Sereni (PD) “Dopo la Cultura, la Scuola; ecco l’Italia che vogliamo”

di Lalla
ipsef

La vice presidente democratica della Camera dei deputati: "Dopo la Cultura, la Scuola! Lo scrivo con la maiuscola perché Cultura e Scuola sono il passato, il presente e soprattutto il futuro dell’Italia. Questi, per il Partito Democratico, sono i pilastri sui quali poggiamo la nostra idea di Paese”.

La vice presidente democratica della Camera dei deputati: "Dopo la Cultura, la Scuola! Lo scrivo con la maiuscola perché Cultura e Scuola sono il passato, il presente e soprattutto il futuro dell’Italia. Questi, per il Partito Democratico, sono i pilastri sui quali poggiamo la nostra idea di Paese”.

“Dopo anni di tagli con il provvedimento approvato oggi dal Consiglio dei Ministri si compie un’inversione di tendenza importante: diritto allo studio, valorizzazione del merito, pari opportunità di partenza, riconoscimento degli insegnanti sono soltanto alcuni degli elementi che risaltano a un veloce sguardo sul decreto voluto dal ministro Carrozza. Come annunciato dal premier Letta, pur nella carenza di
risorse, investiamo sulla Cultura e la Scuola. Una ottima ragione per scongiurare fibrillazioni politiche e instabilità”.

69mila immissioni in ruolo di cui 27mila nel sostegno da subito e assunzioni per il personale ATA. Arriva un’ora in più di geografia. Novità reclutamento dirigenti.

Versione stampabile
anief
soloformazione