Serafini (Snals): delusi per mancata pubblicazione decreto scuola, tutto lavoro inutile

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Scuola sofferente con cattedre vuote, Elvira Serafini (Snals) appare preoccupata per l’attuale situazione scolastica. A La Gazzetta di Taranto, la segretaria spiega la sua delusione per la mancata pubblicazione del decreto scuola, ritenuto lavoro inutile perché rimasto inconcluso.

“Siamo profondamente delusi per la mancata pubblicazione dell’accordo siglato ad aprile a Palazzo Chigi con il premier Conte e il ministro Bussetti per velocizzare i Pas (percorsi di abilitazione), i concorsi straordinari, consentire la partecipazione dei dottori di ricerca all’abilitazione, aprire una fase contrattuale per tutto il personale della scuola. Il decreto era passato dal Consiglio dei ministri il 6 agosto ma, con la sfiducia al governo, non è stato più pubblicato il 28 agosto sulla G.U.”, spiega Serafini.

Lavoro inutile

“Tutto lavoro inutile dopo aver lavorato per tanti mesi – spiega la segretaria nazionale dello Snals – avremmo anche trovato soluzioni per i docenti cosiddetti ‘ingabbiati’ cioè coloro che pur avendo altri titoli rimangono nella scuola primaria e non possono passare alla scuola superiore, o appartenenti ad altre classi di concorso che non possono avere la mobilità”.
Il sistema, secondo Elvira Serafini, si è definitivamente inceppato con l’effetto turn over della riforma quota 100, ma la situazione era già grave per il blocco dei concorsi. Non si è trovata una soluzione adeguata per poter reclutare velocemente i docenti dopo i pensionamenti.
I posti di coloro che sono andati in pensione vengono di fatto assegnati ai supplenti.

Il decreto

Le misure più note contenute nel decreto erano l’avvio di un PAS rivolto a docenti con tre annualità di servizio svolti negli ultimi otto anni e un concorso a cattedra straordinario con accesso per i docenti con tre annualità di servizio negli ultimi otto anni svolti nella statale, di cui uno nella classe di concorso specifica.

Ora si attendono i provvedimenti del nuovo Governo M5S-PD e del nuovo ministro dell’Istruzione.

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione