Senza supplenza a causa dell’algoritmo, docente torna in classe. Così ha deciso il tribunale di Cagliari

WhatsApp
Telegram

Altra vittoria per un’insegnante ‘scavalcata’ dall’algoritmo: la docente, dopo aver presentato ricorso patrocinato dalla Federazione Uil Scuola Rua di Cagliari, torna in cattedra.

Tutto è legato al ‘mal funzionamento’ dell’algoritmo – spiega all’Ansa Giuseppe Corrias della Uil – e non è finita: altri insegnanti stanno aspettando una decisone del giudice. Con la speranza che poi trovino anche se in ritardo un posto in classe“.

Il caso non è l’unico. A dicembre avevamo riportato la sentenza del tribunale di Cagliari che aveva accolto il ricorso di una docente dopo la mancata assegnazione dell’incarico a tempo determinato su posto di sostegno dalle graduatorie provinciali per le supplenze. La rinuncia ad una o più sedi non presenti nel turno di nomina al quale si partecipa non può essere giustificazione plausibile, secondo il Giudice, per non avere il diritto di partecipare alla procedura.

Supplenze GPS, docenti “scavalcati” dall’algoritmo: l’Ufficio scolastico non può modificare le preferenze, anche se inserite male per errore

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri