Sentenze Tar Sicilia su reintegro ore di sostegno

di Lalla
ipsef

SFIDA sezione Agrigento – Quando nasce un figlio disabile i genitori spesso come primo passo chiedono aiuto…una  richiesta a volte silente, a volte urlata …ai parenti agli amici, alle Istituzioni……
Ci si aspetta solidarietà e sostegno e, a volte se si è fortunati  queste cose arrivano, altre no. E’ la vita si sa..

SFIDA sezione Agrigento – Quando nasce un figlio disabile i genitori spesso come primo passo chiedono aiuto…una  richiesta a volte silente, a volte urlata …ai parenti agli amici, alle Istituzioni……
Ci si aspetta solidarietà e sostegno e, a volte se si è fortunati  queste cose arrivano, altre no. E’ la vita si sa..

Ma chi poteva mai immaginare che proprio quello Stato che inizialmente ti mette a disposizione risorse e strumenti per tuo figlio, poi per biechi motivi di "bilancio" taglia i fondi e di conseguenza la possibilità di crescita dei nostri angeli?

E’ stato il caso dei tagli degli insegnanti di sostegno. Quest’anno infatti ai nostri bimbi è stata preclusa la possibilità di andare a scuola serenamente perché, anche per i casi più gravi, sono state dimezzate le ore al supporto scolastico….PER RISPARMIARE!!!!!!

Famiglie gravate già da tanti problemi si sono rivolte alla Magistratura per ottenere il rispetto di quei diritti che “la legge sancisce ma l’uomo non rispetta”.

Tramite il sindacato SFIDA (sindacato apolitico formato da famiglie e operatori che si occupano di disabili) sono state inoltrate denunce al Tar che…UDITE UDITE si è espresso favorevolmente e quindi le ore di sostegno RUBATE verranno reintegrate ai piccoli. Siamo grandi persone noi genitori di bimbi disabili, potevamo impedire l’inizio dell’anno scolastico in mille modi, potevamo ritirare i nostri bimbi dalla scuola… ma abbiamo preferito dimostrare, tramite il nostro legale, che ancora crediamo in questo Stato di diritto; perchè i diritti, e questo ricordatelo, cari amministratori hanno lo stesso significato per tutti, qualsiasi sia la tua condizione fisica e mentale.

Il T.A.R. Sicilia, Palermo sez. I, con ordinanze del 28.10.2009, ha sospeso, i provvedimenti con i quali l’Amministrazione Scolastica aveva assegnato a bambini disabili dei Comuni di Raffadali, Grotte, Cattolica Eraclea, Montallegro e Siculiana un numero inadeguato di ore di sostegno scolastico precludendo loro una proficua frequenza delle lezioni.

Il T.A.R. Palermo accogliendo il ricorso proposto nell’interesse dei genitori dei bambini disabili dall’Avv. Giuseppe Impiduglia, difensore del Sindacato SFIDA di Agrigento – presieduto dalla sig.ra Giovanna Librici,- ha, dunque, riconosciuto il diritto dei minori ad essere assistiti in modo continuo secondo il rapporto di un insegnante per ciascun disabile e ciò in deroga al rapporto medio, previsto dalla legge finanziaria, di un insegnante ogni due bambini.

L’Amministrazione Scolastica dovrà, dunque, in esecuzione delle ordinanze adottate dal T.A.R., integrare il numero di ore di sostegno assegnato a ciascuno dei bambini che hanno proposto ricorso, provvedendo alla nomina di ulteriori insegnanti di sostegno.

Le summenzionate pronunce del T.A.R. Sicilia dimostrano, ancora una volta, la sensibilità degli organi giurisdizionali in materia di tutela dei disabili.

Il Segretario Prov.le S.F.I.D.A.
F.to Giovanna Librici

Versione stampabile
anief anief
soloformazione