Sentenze TAR Lazio su graduatorie permanenti e difetto di giurisdizione

di redazione
ipsef

dalla CISL scuola Sicilia – La Sezione III /bis del TAR del Lazio, sede di Roma, ha depositato oltre venti decisioni su ricorsi riguardanti le graduatorie permanenti/ad esaurimento, dichiarandoli in tutti i casi inammissibili per difetto di giurisdizione.

dalla CISL scuola Sicilia – La Sezione III /bis del TAR del Lazio, sede di Roma, ha depositato oltre venti decisioni su ricorsi riguardanti le graduatorie permanenti/ad esaurimento, dichiarandoli in tutti i casi inammissibili per difetto di giurisdizione.

Ne dà notizia oggi la Segreteria Nazionale CISL Scuola, precisando che sembra quindi evidente che la Sezione abbia recepito pienamente gli orientamenti giurisprudenziali espressi dalla Suprema Corte di Cassazione e recentemente dall’Adunanza plenaria del Consiglio di Stato, secondo i quali spetta al giudice ordinario la giurisdizione sulle controversie riguardanti tali graduatorie.

A questo punto potrebbe essere imminente anche il deposito della decisione sul ricorso 5074/2009, di iniziativa dell’ANIEF, atteso da tempo dopo che la Corte Costituzionale si era pronunciata sulla questione di legittimità sollevata dal TAR. Dato l’orientamento emerso dagli ultimi depositi è possibile che il Collegio decida, infine, di dichiarare il difetto di giurisdizione.

L’esito del ricorso potrebbe quantomeno risolvere l’ambigua situazione che si è verificata con l’adozione dei provvedimenti di inserimento a pettine adottati dal commissario ad acta a seguito delle pronunce cautelari del TAR Lazio e porre le premesse per lo sblocco dei posti per le immissioni in ruolo a tal fine accantonati.

Versione stampabile
anief anief
soloformazione