Senso critico? Alunni ripetono lezioni a “pappagallo”. Lettera

WhatsApp
Telegram
ex

Inviato da Mario Bocola – L’alunno non è più abituato allo sforzo intellettivo, al ragionamento e impara tutto a memoria ripetendo la lezione come un “pappagallo”.

Se lo fai ragionare e gli fai spiegare le diversità tra due sistemi, fra due epoche storiche, fra una o più correnti letterarie, subentra il panico e l’ansia da prestazione.

La scuola superiore, poi, altro non è che una buona “scuola media”, sempre con una tendenza verso il basso. Si tratta della fotografia reale della scuola italiana e della condizione in cui versa, sintomo implacabile di un appiattimento e di una parcellizzazione dei contenuti disciplinari.

WhatsApp
Telegram

ASUNIVER e MNEMOSINE, dottorato di ricerca in Spagna: cresci professionalmente e accedi alla carriera universitaria con tre anni di congedo retribuito