Seminario gratuito all’IPSSAT Rocco Chinnici di Nicolosi: “Ambienti di apprendimento nell’era digitale: Fidenia, il social network italiano per la didattica”

di Andrea Raciti
ipsef

item-thumbnail

Si è svolto mercoledì 11 ottobre 2017, presso la sala teatro dell’Istituto Professionale di Stato per i Servizi Alberghieri e Turistici “Rocco Chinnici” di Nicolosi, il seminario gratuito dal titolo “Ambienti di apprendimento nell’era digitale: Fidenia, il social network italiano per la didattica” (visualizza locandina).

L’evento, che ha coinvolto circa 180 docenti provenienti da varie scuole delle Sicilia orientale, ha affrontato il tema del’utilizzo dei social network nella didattica, partendo dalla sua dimensione epistemologica sino ad arrivare alla sperimentazione pratica di scenari di apprendimento costruiti all’interno di veri e propri social learning appositamente progettati per la didattica.

In particolare, dopo i saluti e la presentazione dei relatori da parte del Dirigente Scolastico dell’Istituto Prof.ssa Anna Maria Mondati, da sempre attenta all’innovazione didattico-metodologica e al ruolo della formazione in servizio degli insegnanti, ha preso la parola la Prof.ssa Paolina Mulè, Ordinario di Pedagogia Generale e Sociale presso il Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali dell’Università degli Studi di Catania, la quale, ponendo l’accento sul ruolo sociale ed educativo dei mezzi di comunicazione, ha ripercorso l’evoluzione storica del rapporto pedagogia e media in Italia. La Prof.ssa Mulè ha analizzato i modi secondo i quali i media sono stati concettualizzati nel tempo, dal primo significato che li pensa come strumenti, al secondo che li considera ambienti di apprendimento, grazie anche allo sviluppo negli anni ‘90 delle piattaforme per la gestione e la discovery di contenuti digitali, per approdare all’attuale prospettiva che vede dominare i media in relazione al tessuto connettivo.

A questa cornice introduttiva, ha fatto seguito l’intervento del Prof. Andrea Raciti, Docente e Formatore sulle competenze digitali PNSD, che ha fornito interessanti spunti di riflessione sulle opportunità didattiche ed educative che l’introduzione del digitale a scuola, con particolare riferimento all’utilizzo dei social learning, può offrire alle nuove generazioni. Imprescindibile, secondo il Prof. Raciti, il ruolo della scuola e della famiglia nel guidare i giovani e i giovanissimi ad uso critico e responsabile delle nuove tecnologie.

Il Prof. Giuseppe Corsaro, Docente e Amministratore del gruppo “Insegnanti 2.0”, ha successivamente illustrato i possibili scenari di apprendimento che il digitale può offrire in classe, con particolare riferimento alle esperienze di auto-formazione in rete. Durante il suo intervento, il Prof. Corsaro ha previsto continui momenti di interazione con il pubblico, invitando i partecipanti a rispondere attraverso i propri dispositivi personali a vari sondaggi online e permettendo la visualizzazione dei risultati in tempo reale.

L’evento si è concluso con l’intervento più atteso, quello del Dott. Davide Tonioli, Responsabile del social learning Fidenia, un vero e proprio social network per la didattica made in Italy che, grazie a un interfaccia intuitiva e accattivante, viene sempre più adottato da scuole e insegnanti. Il Dott. Tonioli, ha intrattenuto il pubblico con alcune dimostrazioni pratiche di come uno strumento social può fungere da vero catalizzatore dell’apprendimento, permettendo a insegnanti, alunni e genitori, di interagire in un ambiente protetto e controllato dal docente, dove è possibile condividere messaggi, scambiarsi reciproca assistenza, condividere video e risorse educative, assegnare verifiche e questionari, costruire libri digitali interattivi e, soprattutto, innescare quell’entusiasmo e quelle emozioni senza cui non può esserci apprendimento.

La straordinaria location, il supporto tecnico e organizzativo dello staff dell’Istituto e la motivazione dei partecipanti hanno contribuito in maniera significativa al successo di un evento che il Dirigente Scolastico intende replicare nei prossimi mesi, in modo da consentire la partecipazione di quei tantissimi insegnanti che non hanno fatto in tempo a sottoscrivere la propria adesione.

Locandina evento

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief