Semenza (Nobel in Medicina): Il mio grazie più importante va ai docenti

La prof di biologia gli aveva suggerito di ricordarsi di quanto appreso a lezione quando avrebbe vinto il Nobel.

E lui lo ha fatto: Gregg L. Semenza, vincitore assieme a William G. Kaelin Jr e Sir Peter J. Ratcliffe, del premio in Medicina ha lanciato un appello sul valore dei docenti.

A rilanciare le parole dei tre luminari è stato il Corriere della Sera. Semenza ha detto “tre grazie: al premio Nobel, che rende la scienza pop, cosa importante per far capire che la ricerca di base ha un ruolo per migliorare la vita delle persone. Alle opportunità che permettono ai giovani di fare scoperte, anche se i premi arrivano ai senior. Ma questo stimola i giovani a fare nuove scoperte. Infine il grazie più importante va agli insegnanti, che alimentano la passione per la scienza nei loro alunni. Gli insegnanti hanno un ruolo importantissimo. Quando ero al liceo avevo una insegnante di biologia che ha ispirato me e altri a intraprendere la carriera scientifica. Spesso introduceva il suo racconto di una scoperta scientifica dicendo: “Quando voi vincerete il vostro premio Nobel, non voglio che vi dimentichiate quello che avete imparato qui“.

Non da meno è stato Sir Ratcliffe che non si spiega come mai il ruolo del docente sia così poco valorizzato a differenza di quanto avviene per altre professioni, come quelle dell’avvocato e  del medico. “Io sono un medico, un ricercatore – ha chiosato Sir Ratcliffe – e non capisco perché la nostra società riconosca il valore di medici e avvocati, ma non quello degli insegnanti, che hanno un ruolo così fondamentale nel diffondere la passione per la scienza“.

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia