Selezione osservatori esterni Invalsi. Tutti i bandi e le FAQ Piemonte

di Lalla
ipsef

red – L’USR Piemonte pubblica delle FAQ di spiegazione di alcuni passaggi controversi in tutti i bandi.

red – L’USR Piemonte pubblica delle FAQ di spiegazione di alcuni passaggi controversi in tutti i bandi.

FAQ

1. La lettera h, art.5 (Presentazione della domanda) del Bando recita che l’aspirante al ruolo di osservatore esterno deve dichiarare di "non essere in servizio nella classe interessata dalle rilevazioni nazionali…". Cosa si intende con questa espressione?

Gli aspiranti non devono essere in servizio in nessuna delle tre tipologie di classi interessate dalle rilevazioni. Quindi, non si deve essere in servizio né su una classe seconda o quinta della scuola primaria, né su una classe seconda della scuola secondaria di secondo grado.

2. Sono un docente abilitato e specializzato sul sostegno. Sto prestando servizio per 6 ore su 18 in una classe II della scuola secondaria di secondo grado. Posso partecipare alla selezione?

NO. Al momento della produzione della istanza di partecipazione non si deve essere in servizio, anche se solo per poche ore, in nessuna delle tipologie di classi interessate dalle rilevazioni.

3. Sono un docente a tempo indeterminato. Nei mesi passati ho lavorato su una classe quinta della scuola primaria. In questo periodo, cioè al momento della presentazione della mia istanza, sono in servizio su una classe terza della scuola primaria. Posso partecipare alla selezione?

SI. Per i docenti a tempo determinato o per coloro che non sono servizio, la dichiarazione deve fare riferimento alla situazione lavorativa in essere al momento di presentazione della domanda.

4. E’ possibile candidarsi solo per le scuole superiori o per la scuola primaria?
NO, Si partecipa per il ruolo di osservatore esterno e non è previsto che l’aspirante
possa esprimere una preferenza per una particolare tipologia di classe.

5. Sono un Dirigente Scolastico in servizio. Devo produrre l’autorizzazione del superiore gerarchico? Se sì, a chi devo rivolgermi per ottenerla?

NO. I Dirigenti Scolastici che prestano servizio in Piemonte non devono produrre alcuna autorizzazione.

6. E’ possibile presesentare più domande (pertanto in più di una regione)?

SI, è possibile.

7. Perché, se insegno su una delle classi interessate alla osservazione (II o V primaria o II scuola superiore) non posso partecipare alla selezione?

L’INVALSI, nel stabilire i criteri validi su tutto il territorio nazionale, ha ritenuto che ciò non sia possibile per evitare che il giorno delle prove le scuole si trovino prive di personale da destinare alla gestione delle prove stesse.

8. Sono un docente con contratto a tempo determinato. Devo produrre l’autorizzazione rilasciata dal mio dirigente scolastico??

Se è destinatario di un contratto almeno fino al mese di maggio (mese in cui si somministrano le prove INVALSI), SI, deve produrre autorizzazione rilasciata dal Dirigente scolastico dell’istituzione in cui presta servizio.

Se il contratto termina prima delle prove INVALSI, NO.

Resta la necessità di comunicare all’USR Piemonte, tramite la casella di posta dedicata, ogni variazione del proprio stato di servizio e di inviare autorizzazione rilasciata dall’eventuale nuovo dirigente scolastico.

Bando di selezione per osservatori esterni Invalsi: le modalità per tutte le regioni.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione