SEL, presenta emendamento: max 22 alunni a classe. Organico di sostegno con posti in deroga. Soppressione art. nuovi poteri DS. Diplomati magistrale in GaE, assunzioni anche ATA e idonei

di redazione
ipsef

Sinistro Ecologia e Libertà presenta un emendamento per la lotta contro le classi pollaio presentato all'esame della VII Commissione cultura alla Camera.
Sinistro Ecologia e Libertà presenta un emendamento per la lotta contro le classi pollaio presentato all'esame della VII Commissione cultura alla Camera.

Non basta a SEL quanto previsto dal testo del DDL di riforma della scuola che permette ai dirigenti di derogare sulle norme relative alla formazione della classe per intervenire  nelle classi pollaio.

Ed, in effetti, non ha tutti i torti, dato che quanto previsto dal Governo in realtà non modifica il numero delle classi quanto il numero degli alunni per classe. Se cala il numero in una dovrà aumentare in un'altra.

In un un emendamento a firma Sel presentato al ddl Scuola, all'esame della commissione Cultura alla Camera si legge, invece, un intervento più radicale. Vi riportiamo lo stralcio: "Il numero di alunni per classe non può essere superiore a 22, diminuito a 20 in caso di presenza di alunno certificato in situazione di handicap".

Un altro aspetto riguarda i posti di sostegno. 

L'organico dei posti di sostegno "è determinato considerando, oltre ai posti in organico di diritto, quelli in organico di fatto nonché quelli in deroga attivati nell'ultimo triennio con carattere di stabilità necessari per coprire tutte le esigenze del sostegno didattico rivolto agli alunni con disabilità garantendo il diritto all'inclusione scolastica".

È quanto si legge in un emendamento a firma Sel presentato al ddl Scuola. "È fatta salva, in ogni caso, la possibilità di istituire ulteriori posti in deroga – si legge ancora – in modo da assicurare un numero di ore di sostegno adeguato a realizzare l'effettiva integrazione dei singoli alunni con disabilità in conformità alla sentenza delle Corte costituzionale n. 80 del 2010"

E infine  il gruppo Sel alla Camera chiede la soppressione dell'articolo 7 del ddl Scuola. L'articolo contiene i nuovi poteri dei dirigenti scolastici che potranno assegnare incarichi ai docenti sulla base del Piano triennale, degli iscritti agli albi territoriali e al personale docente di ruolo già in servizio presso altra istituzione scolastica.

Con un altro emendamento Sel chiede, invece, di sopprimere la possibilità che il preside affidi incarichi a docenti di ruolo in servizio in altre scuole e ancora, di effettuare il riparto dell'organico dell'autonomia sulla base del numero degli alunni e non sul numero delle classi.

Un passo del maxi emendamento riguarda i diplomati magistrale. SEL ne chiede l'inserimento in Graduatoria ad esaurimento

Il piano straordinario di assunzioni non riguardi solo i docenti ma anche il personale Ata.

Nella proposta di modifica si chiedere di aggiungere al comma 1 articolo 8 anche il personale "educativo, amministrativo, tecnico e ausiliario". All'assunzione degli Ata, Sel destina 150 milioni di euro nel 2015 a valere sulla copertura prevista dalla legge di Stabilità 2015.

E infine, anche SEL chiede che del piano straordinario di assunzioni facciano parte  anche gli idonei al concorso a cattedre del 2012.

Tutto sulla riforma, con il testo del DDL

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione