“Sei un kebabbaro”, rissa in campo tra studenti: raid punitivo a scuola. Pugno in faccia ad alunno. Accade a Rovereto

WhatsApp
Telegram

Brutto episodio di violenza a Rovereto. Un giovane calciatore di 15 anni è rimasto vittima di un raid punitivo orchestrato in risposta a un insulto lanciato in campo. La vicenda ha avuto luogo al campo delle Fucine, durante una partita tra il Sacco San Giorgio e l’Alense nel campionato allievi.

Il giovane, dopo aver rivolto l’insulto “kebabbaro” a un avversario, è stato brutalmente attaccato da un gruppo di amici del calciatore insultato. Questi, mescolandosi tra gli studenti del suo istituto scolastico, hanno atteso l’occasione prima dell’inizio delle lezioni per colpirlo con un pugno in volto, causandogli un occhio nero e una prognosi di sette giorni.

L’episodio ha avuto una forte eco negativa sia nell’ambiente scolastico che calcistico, sottolineando una reazione violenta e spropositata a un diverbio nato sul terreno di gioco.

Come segnala l’Adige, l’aggressione ha destato incredulità e condanna sia da parte delle società sportive, che si sono prontamente dissociate, che dalla scuola, dove è stata subito denunciata l’aggressione ai carabinieri della compagnia di Rovereto. Le società hanno richiamato i loro giocatori al rispetto dell’avversario, sottolineando l’importanza dei valori sportivi e della corretta condotta in campo.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri