Segreterie scolastiche in stallo. M5S “Sbloccare pagamenti supplenti temporanei e compensi accessori del personale”

di Lalla
ipsef

Ufficio Stampa Movimento 5 Stelle Senato – Il Movimento 5 Stelle chiede l’intervento deciso dei Ministri dell’Istruzione e delle Finanze per risolvere il problema del pagamento degli emolumenti ai supplenti brevi e saltuari e dei compensi accessori al personale della scuola. Lo fa con una interrogazione a risposta orale firmata da sette parlamentari al Senato che vede come primo firmatario Vincenzo Santangelo.

Ufficio Stampa Movimento 5 Stelle Senato – Il Movimento 5 Stelle chiede l’intervento deciso dei Ministri dell’Istruzione e delle Finanze per risolvere il problema del pagamento degli emolumenti ai supplenti brevi e saltuari e dei compensi accessori al personale della scuola. Lo fa con una interrogazione a risposta orale firmata da sette parlamentari al Senato che vede come primo firmatario Vincenzo Santangelo.

"A decorrere dall’anno 2011 i compensi accessori del personale della Scuola vengono erogati tramite cedolino unico – ricordano gli interroganti

– tali compensi vengono liquidati attualmente attraverso il portale NoiPA che ha fra le sue funzioni la fruizione dei servizi stipendiali". "Anche il pagamento delle supplenze brevi e saltuarie è curato, a decorrere dal 1° gennaio 2013, dal Service NoiPA del Ministero dell’economia e delle finanze" continua il Movimento 5 Stelle. "Una gran parte degli operatori delle segreterie scolastiche non ha potuto, nei tempi di apertura delle funzioni, loro malgrado, effettuare l’inserimento nel sistema informativo NoiPA dei dati necessari per la liquidazione degli emolumenti a favore dei supplenti brevi e saltuari relativi alla mensilità di giugno, nonché dei compensi accessori per il restante personale della Scuola" spiega Santangelo.

"A fronte di questi problemi i direttori dei Servizi generali e amministrativi, in un proprio blog su un noto social network, da settimane lamentano l’impossibilità a poter svolgere il proprio lavoro e di essere sottoposti ad estenuanti e lunghe attese" viene spiegato nell’atto ispettivo.

"I Ministri dell’Istruzione e delle Finanze sono a conoscenza di questa situazione ed era stato valutato il sovraccarico di lavoro della categoria, coincidente con la chiusura dell’anno scolastico e, in caso di risposta positiva, a cosa deve essere imputato questo disservizio ?" chiedono Santangelo e gli altri parlamentari al Senato del Movimento 5 Stelle. "Quali provvedimenti e iniziative intendano adottare per evitare
in futuro il ripetersi di tali disservizi e inconvenienti, al fine di garantire nei tempi previsti il pagamento degli emolumenti fondamentali ai supplenti brevi e saltuari e dei compensi accessori al restante personale della Scuola?" conclude l’interrogazione.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione