Segreterie, lavoratori con contratti di collaborazione, presto stanziati 6.528.300,57 euro per l’anno 2016 e a 13.056.601,13 euro per l’anno 2017

Stampa

E' stato presentato dalla responsabile scuola del Patito Democratico, nonché relatrice del provvedimento "Decreto scuola", un emendamento che riguarda l'istituzione di un fondo per i lavoratori delle segreterie didattiche ed amministrative delle istituzioni scolastiche statali

E' stato presentato dalla responsabile scuola del Patito Democratico, nonché relatrice del provvedimento "Decreto scuola", un emendamento che riguarda l'istituzione di un fondo per i lavoratori delle segreterie didattiche ed amministrative delle istituzioni scolastiche statali

Il testo dell'emendamento

«Art. 1-bis.
(Istituzione del Fondo "Compensi per il personale con contratto di collaborazione coordinata e continuativa che presta servizio presso le segreterie didattiche ed amministrative delle istituzioni scolastiche statali")
        1. Per l'anno scolastico 2016-2017, presso il Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca è istituito il Fondo "Compensi per il personale con contratto di collaborazione coordinata e continuativa che presta servizio presso le segreterie didattiche ed amministrative delle istituzioni scolastiche statali", di seguito denominato Fondo, con una dotazione pari a 6.528.300,57 euro per l'anno 2016 e 13.056.601,13 euro per l'anno 2017, finalizzato al pagamento dei compensi spettanti al personale con contratto di collaborazione coordinata e continuativa che svolge la propria attività lavorativa presso le istituzioni scolastiche statali, con compiti di carattere amministrativo e tecnico.
        2. Ai maggiori oneri derivanti dall'attuazione del presente articolo, pari a 6.528.300,57 euro per l'anno 2016 e a 13.056.601,13 euro per l'anno 2017, si provvede mediante corrispondente riduzione delle risorse iscritte sui capitoli del "Fondo di Funzionamento amministrativo-didattico", piano gestionale 2, denominato "Spese per l'acquisto dei servizi di pulizia ed altre attività ausiliarie" dello stato di previsione del Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca.
        3. Sulla base della presenza dei posti accantonati in organico di diritto e dei contratti stipulati alla data di entrata in vigore del presente decreto-legge, le risorse di cui al comma 1 sono erogate direttamente alle istituzioni scolastiche statali che provvedono mensilmente al pagamento delle somme spettanti al personale di cui al comma 1».

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur