Seggi elettorali, Orellana (AUT): Governo impegnato ad individuare edifici alternativi alle scuole

di redazione
ipsef

Comunicato Gruppo per le Autonomie Psi- Maie – “Il sottosegretario De Filippo, rispondendo nell’Aula del Senato ad una mia interrogazione, ha ribadito l’attenzione del Governo e la volontà di cercare edifici alternativi alle scuole da utilizzare come seggi elettorali durante le consultazioni politiche, amministrative e referendarie, così da non creare disagi agli insegnanti, agli studenti e alle famiglie a causa della frequente interruzione della didattica durante l’anno.”

E’ quanto riferisce in una nota il senatore Luis Alberto Orellana (Gruppo per le Autonomie, Psi-Maie).

“Secondo quanto asserito oggi in Aula, – spiega Orellana – il ministero dell’Interno e il Miur avrebbero già avviato un censimento degli edifici pubblici, ma la situazione non è al momento soddisfacente, in quanto nell’89% dei casi si ricorre ancora alle scuole come sedi della cabine elettorali.

Occorre a mio avviso uno sforzo ulteriore ed un coinvolgimento di un numero maggiore di Enti statali e locali al fine di ridurre la percentuale di utilizzo degli edifici scolastici, salvaguardando, così, il diritto all’istruzione degli studenti.

La ricerca di una soluzione appare oggi ancora più necessaria e urgente, in quanto se entrasse in vigore la riforma costituzionale si moltiplicherebbero, ad esempio, le possibilità di ricorrere alle consultazioni referendarie.”

Ufficio stampa sen. Luis Alberto Orellana

Gruppo per le Autonomie Psi- Maie

Roma, 10 novembre 2016

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione