Se gli uffici periferici sono impegnati nella “settimana per la buona scuola”, alle nomine dei precari chi pensa?

WhatsApp
Telegram

Secondo i sindacalisti della Puglia l’impiego di risorse umane degli Uffici scolastici per la divulgazione del progetto #labuonascuola è ingente rispetto alle vere esigenze del territorio, prima fra tutte le nomine di supplenza ancora da completare, per assicurare il diritto allo studio.

Secondo i sindacalisti della Puglia l’impiego di risorse umane degli Uffici scolastici per la divulgazione del progetto #labuonascuola è ingente rispetto alle vere esigenze del territorio, prima fra tutte le nomine di supplenza ancora da completare, per assicurare il diritto allo studio.

"Nell’ambito di questa campagna si svolgerà la “settimana per la buona scuola”, tra il 20 e il 25 ottobre, affermano i sindacalisti pugliesi – però, molti non sanno che nella buona scuola non ci saranno probabilmente tutti i docenti necessari sui posti di sostegno, anche a causa della decisione dell’Amministrazione di precettare alcuni funzionari nella realizzazione della campagna. Insomma, come se quella che stiamo vivendo quest’anno (e ormai da qualche anno a questa parte) non sia una situazione di piena e grave emergenza per alunni e lavoratori precari (specie docenti di sostegno, penalizzati da tempi e modalità di assegnazione dei “posti in deroga”) l’Amministrazione decide che le priorità sono altre e, in questo frangente, che la priorità sia la propaganda a supporto del piano per la #buonascuola."

In realtà l’intento è quello di porre l’accento sulla grave mancanza di personale che caratterizza gli uffici periferici del Miur, che a metà ottobre si ritrovano a non aver completato le operazioni di avvio anno scolastico, con gravissimi disagi per il personale interessato (i precari devono far ricorso all’indennità di disoccupazione, quando possibile), nonchè delle famiglie (spesso in attesa dell’assegnazione dell’insegnante di sostegno), e del diritto allo studio degli alunni.

Una realtà che cozza con l’immagine della buona scuola, a meno che non li si pensi come due argomenti separati. La "politica scolastica" e la prassi di amministrazione.

Una provocazione, da parte dei sindacalisti pugliesi, volta ad interessare l’Amministrazione anche su queste questioni pratiche.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur