Se saltasse la mobilità 2016/2017?… tutti negli ambiti territoriali nazionali! Lettera

WhatsApp
Telegram

Manlio Amelio – Tutti segregati negli ambiti territoriali a livello nazionale e nessuna assegnazione provvisoria interprovinciale.

Manlio Amelio – Tutti segregati negli ambiti territoriali a livello nazionale e nessuna assegnazione provvisoria interprovinciale.

Dopo aver letto alcuni articoli es.: “mobilità 2016, Anief parere Funzione Pubblica fondamentale per assegnazione ambiti… “mobilità, Rusconi (anp) contratto depotenzia ambiti territoriali…” e dopo aver letto dal sito gilda Cuneo “mobilità non ancora emanata ordinanza scadenze slitteranno…”; e per ultimo “nubi scure e pesanti sulla prossima mobilità…”.

Stavo pensando… e se la mobilità saltasse?…

Sì, lo so, esiste il comma 108/L.107 che a ora, secondo me, sembra molto più imparziale, molto più giusto, rispetto alla mobilità prevista dal CCNI! Pertanto, “tutti” deportati negli ambiti territoriali nazionali!

Considerazione connessa è il penultimo periodo sempre del comma 108 della legge 107:

Limitatamente all'anno scolastico 2015/2016 , i docenti assunti a tempo indeterminato entro l'anno scolastico 2014/2015, anche in deroga al vincolo triennale sopra citato, possono richiedere l'assegnazione provvisoria interprovinciale.”

Quindi fine dell'assegnazione provvisoria interprovinciale e tutti negli ambiti?…

A mio parere si!

Allora per motivare risposta bisogna sempre richiamare i commi 63 fino al 69 e seguenti che stabiliscono che: è istituito l'organico dell'autonomia costituito dai posti comuni, sostegno e potenziamento e (posti fantasma) comma 69 dove c'è scritto espressamente: “un ulteriore contingente di posti non facenti parte dell'organico dell'autonomia né disponibili, per il personale a tempo indeterminato, per operazioni di mobilità o assunzioni in ruolo.”

Successivamente il comma “ 66. A decorrere dall'anno scolastico 2016/2017 i ruoli del personale docente sono regionali, articolati in ambiti territoriali , suddivisi in sezioni separate per gradi di istruzione, classi di concorso e tipologie di posto. Entro il 30 giugno 2016 gli uffici scolastici regionali, (…) definiscono l'ampiezza degli ambiti territoriali , inferiore alla provincia o alla città metropolitana…”

E ancora comma “ 68. A decorrere dall'anno scolastico 2016/2017 con decreto del dirigente preposto all'ufficio scolastico regionale, l'organico dell'autonomia è ripartito tra gli ambiti territoriali . “

Poi comma 73 ultimo periodo “ Dall'anno scolastico 2016/2017 la mobilità territoriale e professionale del personale docente opera tra gli ambiti territoriali .”

E quindi comma“ 74. Gli ambiti territoriali e le reti sono definiti assicurando il rispetto dell'organico dell'autonomia…”

E infine comma “ 79. A decorrere dall'anno scolastico 2016/2017, per la copertura dei posti dell'istituzione scolastica, il dirigente scolastico propone gli incarichi ai docenti di ruolo assegnati all'ambito territoriale di riferimento, prioritariamente sui posti comuni e di sostegno, vacanti e disponibili, al fine di garantire il regolare avvio delle lezioni…”

Ricordo infine la nota MIUR 2805 dell'11/12/2015 a pag. 6 … “l'organico dell'autonomia … ciò consentirà di superare progressivamente la “tradizionale” divaricazione tra organico di “diritto” e organico di “fatto” che ha caratterizzato in questi anni la gestione del personale docente.”

Pertanto com'è possibile parlare ancora di assegnazioni provvisorie?

Come si può incaricare un docente se questo non è assegnato all'ambito territoriale?

Com'è possibile stabilire modalità differenti di mobilità visto l'ultimo periodo del comma 73 dove dice che dall'anno scolastico 16/17 la mobilità Territoriale e Professionale opera tra ambiti territoriali?

In quale comma della L. 107 si parla di assegnazioni provvisorie ad ambiti territoriali?

Come può la Funzione Pubblica avallare un escamotage di mobilità vomitevole che è in antitesi con l'organico dell'autonomia e gli ambiti per salvare il salvabile e segregare negli ambiti solo gli ultimi assunti fase b e c da Gae unici sacrificabili con il contrato collettivo nazionale integrativo di mobilità che fa venire il voltastomaco?

Tanto per non farci mancare niente c'è il comma 196 “ Sono inefficaci le norme e le procedure contenute nei contratti collettivi, contrastanti con quanto previsto dalla presente legge.” 

Pertanto per avere un incarico dal DS (o USR in caso di inerzia) per l'anno scolastico 2016/17 devi essere assegnato ad un ambito, altrimenti non puoi coprire i posti vacanti e disponibili comuni e di sostegno dell'organico dell'autonomia di cui parla il comma 108 (mobilità straordinaria 2016/17 ).

Tutti i docenti del comma 108 deportati negli ambiti territoriali a livello nazionale!

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur