Se n’è andato Massimo Luciano Calveri, giudice che sollevò la legittimità costituzionale sulle “code” delle Graduatorie ad esaurimento

Stampa

commento dell'Avv. Walter Miceli – Grazie al suo intervento è stato spazzato via un atto di protervia, motivato da un pregiudizio discriminatorio nei confronti dei docenti meridionali.

commento dell'Avv. Walter Miceli – Grazie al suo intervento è stato spazzato via un atto di protervia, motivato da un pregiudizio discriminatorio nei confronti dei docenti meridionali.

Calveri è stato un appassionato e fine giurista, ma soprattutto è stato un hombre vertical: sapeva bene che la sua azione avrebbe provocato una forte reazione da parte di un partito che, in quegli anni, dominava la scena politica. Sapeva che un giudice amministrativo che si pone in conflitto con i poteri forti fa terra bruciata intorno a sé.

Ma, nel nostro malinconico paese, esistono anche uomini non disponibili a barattare i propri principi con il tornaconto personale o con il semplice quieto vivere.

Calveri era uno di questi uomini: rari eroi tragici la cui determinazione a portare a compimento il proprio dovere è pari solo alla consapevolezza di combattere inutilmente contro i mulini a vento.

Voglio ricordare quest'uomo, che per me è stato un esempio di vita, con le parole con cui Calvino ci ha suggerito di continuare a cercare i barlumi di luce anche nelle più meste tenebre:

"L'inferno dei viventi non è qualcosa che sarà; se ce n'è uno, è quello che è già qui, l'inferno che abitiamo tutti i giorni, che formiamo stando insieme. Due modi ci sono per non soffrirne. Il primo riesce facile a molti: accettare l'inferno e diventarne parte fino al punto di non vederlo più. Il secondo è rischioso ed esige attenzione e apprendimento continui: cercare e saper riconoscere chi e cosa, in mezzo all'inferno, non è inferno, e farlo durare, e dargli spazio".Ma, nel nostro malinconico paese, esistono anche uomini non disponibili a barattare i propri principi con il tornaconto personale o con il semplice quieto vivere."

Stampa

Acquisisci 6 punti con il corso Clil + B2 d’inglese. Contatta Eurosofia per una consulenza personalizzata