Se i vincitori concorso devono credere alle immissioni in ruolo, si elimini il vincolo del triennio. Lettera

Stampa

Sono un vincitore del concorso a cattedra 2016 e scrivo questa mail in risposta ai seguenti articoli comparsi sul vostro sito:

http://www.orizzontescuola.it/ concorso-docenti-tutti-i- vincitori-saranno-assunti-nel- triennio-campione-lo-dice-la- legge-107/

http://www.orizzontescuola.it/ assunzioni-da-concorso-in-3- anni-per-vincitori-e-idonei- fino-al-10-fase-transitoria- per-chi-e-ancora-nelle- graduatorie-di-istituto/

E’ ormai conclamato che i posti disponibili per le immissioni in ruolo dei vincitori del concorso sono pochissimi per via del piano straordinario di assunzione previsto dalla L.107/2015. E’ nei fatti, dunque, che per via del piano straordinario prima detto, i vincitori del concorso, il molte classi di concorso con 0 posti a disposizione, perdono un anno di validità delle graduatorie di merito. Al post di Marco Campione in cui si cita la modifica, da parte della L. 107/2015, del comma 19 dell’art. 400 D. Lgs n. 297/1994 (Testo Unico in materia di istruzione) rispondo con la sua stessa e osannata L 107/2015 la quale al comma 113 lettera (a) recita quanto segue:
“I concorsi per titoli ed esami sono nazionali e sono indetti su base regionale, con cadenza triennale, per tutti i posti vacanti e disponibili, nei limiti delle risorse finanziarie disponibili, nonché per i posti che si rendano tali nel triennio. Le relative graduatorie hanno validità triennale a decorrere dall’anno scolastico successivo a quello di approvazione delle stesse e perdono efficacia con la pubblicazione delle graduatorie del concorso successivo e comunque alla scadenza del predetto triennio”

e sottolineo “E PERDONO EFFICACIA COMUNQUE ALLA SCADENZA DEL TRIENNIO”.

RIPETO: è nei fatti quindi che i vincitori di questo concorso pagano, per via del piano straordinario, un anno di validità della GM con il rischio che questa decada prima di essere assunti. I vincitori di questo concorso si rifiutano di fare da CAVIA a questa classe politica che amministra alla giornata senza uno straccio di progettualità. I vincitori di questo concorso non hanno nessuna intenzione di aspettare 3 anni per poi ritrovarsi con un pugno di mosche in mano, oppure a doversi recare dal proprio legale per farsi riconoscere quanto guadagnato sul campo di ormai decine di prove concorsuali (ammissione nazionale TFA+ scritto e orale TFA+esami e tesi TFA + Concorso 2016).

Per placare quest’infinità di polemiche basterebbe rendere nota una previsione triennale dei vari pensionamenti, oppure modificare il comma 113 lettera (a), che depenna le GM alla fine del triennio, in modo da mantenerne l’efficacia fino all’esaurimento. Questo accadrebbe se ci fosse una classe politica seria che invece si limita a infondere rassicurazioni generiche e prive di un riscontro concreto.

I vincitori di questo concorso non hanno più alcuna fiducia nei proclami di questo Ministro e dei suoi proseliti. I vincitori di questo concorso protesteranno finché non avranno certezza che i sacrifici fatti per questa selezione non vadano persi con il trascorrere del TEMPO!

Vi ringrazio e vi porgo i miei più cordiali saluti.

Marco Domanico Vincitore classe concorso A60 Calabria

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur