Scuole Toscana, Giani: “Deciderò su chiusure ogni venerdì dopo riunione con apposito comitato”

Stampa

“Il nuovo Dpcm attribuisce ai presidenti delle Regioni il potere di stabilire la chiusura delle scuole in determinate situazioni”, per questo “domani, con un’appositaordinanza, costituirò il comitato per l’emergenza della prevenzione scolastica (Ceps), che si riunirà ogni venerdì sera, dopo che avremo appreso quale sarà il colore della Toscana, e con il quale decideremo su eventuali chiusure delle scuole nella settimana successiva”.

Lo ha annunciato il presidente della Toscana, Eugenio Giani, nel corso di una diretta sui suoi canali social.

“La posizione della Toscana – ha sottolineato Giani – sarà sempre quella di tenere le scuole aperte come facciamo dall’11 gennaio, e faremo sempre tutto il possibile per tenere la didattica in presenza. La scuola va chiusa solo in circostanze eccezionali. Ma quando i tecnici ci dicono che le varianti si diffondono soprattutto tra i bambini e i ragazzi, il Dpcm ci dice che il presidente della Regione deve agire”.

“Ho deciso di costituire un comitato di consultazione composto da 15 persone che si riunirà tutte le settimane il venerdì alle ore 17. Quello che decideremo si tradurrà in un’ordinanza che scatterà dal lunedì successivo”, ha spiegato Giani che a tal proposito firmerà un’apposita ordinanza domani.

NUOVO DPCM (TESTO UFFICIALE)

ISCRIVITI al canale You Tube di Orizzonte Scuola

Link alla Gazzetta Ufficiale

ALLEGATI

Nuovo DPCM, ci sono 24 province a rischio in cui le scuole possono chiudere [VIDEO]

Stampa

Graduatorie terza fascia ATA: incrementa il punteggio con le offerte Mnemosine, Ente accreditato Miur