Scuole sicure con Sicurtecto. Manutenzione solai

Messaggio sponsorizzato

item-thumbnail

Non ci sono scuole sicure senza l’adeguata manutenzione dei solai in laterocemento. Gli impalcati degli edifici scolastici sono soggetti a gravi fenomeni di degrado che, minando la stabilità e la sicurezza dei vani, costituiscono un grave pericolo per l’incolumità di personale e studenti. Inoltre, molte scuole sono costrette a limitare i servizi offerti o ad interrompere la didattica per via delle aule rese inagibili dall’instabilità dei soffitti.

A causa dei tanti anni di servizio e della qualità dei materiali di costruzione messa spesso in secondo piano, le opere di revisione dovrebbero essere una priorità per gli edifici scolastici. Eppure, la manutenzione viene disattesa per via delle carenze gestionali e per la difficoltà di operazione in contesti scolastici, con azioni generalmente molto invasive e fortemente limitanti dell’operatività dell’edificio. Ma ora, grazie ad interventi specializzati, è possibile prevenire con massima efficacia due gravi episodi che gravano sui solai delle scuole: l’instabilità e lo sfondellamento.

I fenomeni che interessano il deterioramento dei solai

Instabilità strutturale

L’instabilità è un fenomeno molto grave che colpisce gli elementi portanti (il travetto in calcestruzzo armato) e può arrivare a compromettere la rigidezza stessa del solaio. Le cause sono riconducibili a tre ordini di fattori:

  • Interne. Materie prime impiegate, naturale invecchiamento e destinazione d’uso;
  • Esterne. Infiltrazioni, terremoti, allagamenti;
  • Progettuali. Posa in opera non idonea.

L’instabilità e la perdita di rigidezza possono provocare il crollo della struttura o la chiusura dell’aula per inagibilità, con forti ripercussioni sulla piena funzionalità dell’edificio.

Sfondellamento

Lo sfondellamento interessa la parte inferiore del laterizio (anche detto pignatta) che cade a terra insieme all’intonaco che lo ricopre. Lo sfondellamento non interessa elementi portanti ma è in grado di provocare ingenti danni a seconda dell’estensione del fenomeno e della composizione dell’impalcato:

  • Sfondellamento di 1 mq di soffitto con 1 cm di intonaco provoca il distacco di 35 kg fra pignatte e intonaco;
  • Sfondellamento di 1 mq di impalcato con 3 cm di intonaco innesca il crollo di 75 kg di materiale;
  • Sfondellamento di 20 mq di solaio con 3 cm di intonacatura causa la caduta di 1500 kg fra intonaco e pignatte

Seppur in misura ridotta, le cause sono le stesse dell’instabilità.

Scuole sicure grazie ai sistemi di SICURTECTO Srl

La SICURTECTO Srl è da anni specializzata nella protezione e nella messa in sicurezza dei solai, con particolare attenzione alle esigenze di rapidità d’intervento e posa in opera a secco richieste dagli edifici scolastici. Due le soluzioni offerte per mettere in sicurezza le scuole a seconda della tipologia di degrado in atto:

  • Controsolaio PROTECTO. Eccelle nella risoluzione dei problemi strutturali ripristinando l’adeguata rigidezza dell’impalcato. Per questo è costituito di resistenti profili sagomati in acciaio e lastre gessofibrate applicati direttamente all’intradosso.
  • Controsolaio SICURTECTO. Perfetto per annullare i rischi di sfondellamento e distacco di intonaco. Si tratta di un controsolaio realizzato con profili metallici sagomati, lastre armate fribrorinforzate e cuscinetti di polistirolo.

Entrambi i sistemi assicurano un coefficiente di sicurezza di 2.5 sul rischio calcolato del solaio. L’installazione è certificata dal Politecnico di Milano e garantita dall’esperienza degli operai specializzati SICURTECTO.

Versione stampabile
Argomenti: