Scuole Sardegna, Solinas prolunga ordinanza fino al 30 aprile: superiori al 75% in presenza

WhatsApp
Telegram

Sono state prorogate, nella tarda serata di ieri, le ordinanze del presidente della Regione, Christian Solinas, che prevedono i controlli agli arrivi in Sardegna, i vincoli per chi vuole raggiungere le seconde case nell’Isola e regolamentano la didattica a distanza e la capienza dei mezzi pubblici per il trasporto degli studenti.

Le disposizioni saranno in vigore fino al 30 aprile.

SCUOLA – Prorogata l’ordinanza per confermare la didattica in presenza per le superiori fino a un massimo del 75%, mentre il restante 25% seguirà le lezioni a distanza.

Quanto al trasporto “a bordo dei mezzi pubblici, nelle modalità gomma, metro, ferro e marittimo, con esclusione del trasporto scolastico dedicato, è consentito un coefficiente di riempimento non superiore al 50% dei posti totali”.

– Ordinanza 11 del 6 aprile 2021 [pdf]
– Ordinanza 12 del 6 aprile 2021 [pdf]
– Ordinanza 13 del 6 aprile 2021 [pdf]

I passeggeri che non siano già vaccinati o che non si siano sottoposti alla prova del tampone 48 ore prima della partenza hanno tre alternative: recarsi presso le aree dedicate in porti e aeroporti per sottoporsi al test; fare il tampone entro 48 ore dall’arrivo in una struttura pubblica o privata accreditata a proprie spese; entrare in isolamento per dieci giorni.

Anche la stretta sulle seconde case, che era stata decisa da Solinas in vista delle feste, viene prorogata: i proprietari non residenti possono entrare solo per esigenze lavorative, motivi di salute e comunque presentando la certificazione di vaccinazione avvenuta o di negatività al tampone, quindi seguendo le prescrizioni previste nell’ordinanza sui test in ingresso.

Covid, salgono a 16 i comuni in zona rossa in Sardegna

WhatsApp
Telegram

ASUNIVER e MNEMOSINE, dottorato di ricerca in Spagna: cresci professionalmente e accedi alla carriera universitaria con tre anni di congedo retribuito