Scuole riaperte in Francia, ma bambini giocano a distanza in quadrati

di redazione

item-thumbnail

L’immagine scattata dall’alto dal giornalista Lionel Top è stata diffusa su Twitter: i bambini francesi rientrano a scuola dopo la chiusura per le misure anti contagio da Covid 19, ma giocano a distanza in quadrati di gesso.

Un’immagine che probabilmente avremmo reputato surreale e che invece oggi diventa realtà: il Covid 19 ha cambiato le modalità dello stare a scuola dei più piccoli, costretti a giocare lontani entro dei quadrati disegnati. Almeno questo è ciò che è accaduto in Francia.

Sono stati i docenti della scuola di Tourcoing, al confine col Belgio, a disegnare gli spazi sull’asfalto per i bimbi. Le scuole dell’infanzia e primarie francesi hanno riaperto ieri dopo due mesi di chiusura. “Comodo rimandare a settembre la riapertura, ma se si accumulano difficoltà alle elementari è difficile recuperare. E oggi non riesco a immaginare un bambino di sette anni che non frequenti la scuola per un intero semestre“, ha dichiarato a Repubblica il ministro francese dell’Istruzione Jean-Michel Blanquer.

Versione stampabile
Argomenti:

soloformazione