Scuole paritarie. Firmato il contratto per la FISM: aumento a regime di 87 euro

WhatsApp
Telegram

Dopo la firma del contratto con ANINSEI a gennaio 2016 e quella con AGIDAE a luglio scorso, il 12 dicembre è stato firmato il CCNL 2016/2018 con la Federazione Italiana Scuole Materne, la FISM.

Il contratto interessa oltre 160.000 addetti dipendenti da oltre 8.000 istituti e scuole non statali paritarie laiche, cattoliche e religiose che lavorano negli asili nido, micronidi, sezioni primavera, scuola dell’infanzia, primaria, media di primo e secondo grado.

Il rinnovo contrattuale FISM prevede, con decorrenza dal 1 gennaio 2016 al 31 dicembre 2018, un aumento a regime sul VI livello retributivo di 87,00 euro con un miglioramento economico sul tabellare del 6%. La parte economica prevede anche un Una Tantum di 120,00 euro a titolo risarcitorio per il periodo 2013/2015.

La FLC CGIL ci informa che è prevista una maggiore tutela, in vigenza di JOBS ACT, in caso di “licenziamenti illegittimi” individuali, plurimi e collettivi. L’articolo contrattuale prevede la reintegra sul posto di lavoro in caso di licenziamento illegittimo dichiarato dal Giudice, indipendentemente dal numero dei lavoratori, per chi è in servizio alla data di pubblicazione della legge 183/2014; mentre il JOBS ACT garantisce questa reintegra solo nel caso di aziende che superano i 15 dipendenti.

Anche sul versante della rappresentanza sindacale è mantenuta la RSA per ogni organizzazione sindacale anche al di sotto dei 15 dipendenti, mentre le parti si sono impegnate a incontrarsi entro 180 giorni dalla firma del CCNL per “definire l’accordo sulla costituzione della Rappresentanza Sindacale Unitaria”.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur