Scuole non statali, risparmio o spesa? L’Imu non pagato è pari a 500mln di euro

WhatsApp
Telegram

Le recenti sentenze della cassazione che hanno costretto due scuole private livornesi a pagare l'ICI ha riaperto il dibattito sui finanziamenti alle scuole non statali.

Le recenti sentenze della cassazione che hanno costretto due scuole private livornesi a pagare l'ICI ha riaperto il dibattito sui finanziamenti alle scuole non statali.

Tutto parte dall'esenzione sull'ICI concessa dallo Stato alle scuole non statali che svolgono atività con modalità "non commerciale".

Le sentenze di Livorno ribaltano al situazione e potrebbero costare alle due scuole circa 40mln di euro all'anno, incluse le sanzioni.

Principio che potrebbe trovare applicazione anche sulla tassa IMU, che prevede aliquote maggiori.

Quanto vale l'esenzione dall'Imu delle scuole non statali?

Considerando che ci sono circa 13 mila scuole non statali, il conto che le amministrazioni locali potrebbero presentare alle scuole si aggira intorno ai 500mln di euro. Una boccata d'ossigeno per i comuni in cerca di finanziamenti, ma un colpo notevole nei confronti delle scuole non statali.

Il mondo cattolico si è mobilitato, è di qualche ora fa l'affermazione di Mons Galatino, Segretario CEI, battuta dalle agenzie, riprendendo una intervista a Repubblica, che accusa i "lobbisti" di voler "umiliare la chiesa".

Il Monsignor, quindi, riprende uno dei cavalli di battaglia delle scuole non statali che fanno risparmiare allo Stato "6 miliardi di euro a fronte dei 490 milioni di contributi assegnati".

I costi per le paritarie, in realtà, vanno anche oltre. Infatti, agevolazioni pagate dalle amministrazioni esitono in varie Regioni, come in Lombardia.

Inoltre, nella riforma sono stati stanziati finanziamenti in nome della libertà educativa che consentiranno sgravi fiscali fino a 400 euro all'anno, per rette fino a a 2.500 euro.

Inoltre, sono previsti sgravi fiscali per coloro che faranno donazioni alle scuole sia statali che non statali. Ricordiamo che gli sgravi sono possibili perché lo Stato trova una copertura finanziaria. Meccanismo che, durante il dibattito alla Camera in occasione della riforma della scuola, ha fatto saltare dai bachi le opposizioni accusando la maggioranza di finanziare indirettamente le scuole non statali. Insomma, il bilacio che vede da un lato 6mld di risparmi e 500milioni di finanziamento non pare possa reggere davanti alle nuove disposizioni.

C'è da ricordare, inoltre, che la Costituzione vieta il finanziamento delle scuole non statali

E sulla costituzione si sta consumando un nuovo scontro con Salvatore Settis, presidente del consiglio scientifico del museo parigino del Louvre, che considera la condanna delle scuole di Livorno come la "vittoria della carta sull'interpretazione dei politici", come riporta il Corriere.

Le sentenze hanno di fatto aperto un nuovo capitolo.

Scuole confessionali dovranno pagare l'ICI. CEI "rischio libertà educazione". Giannini "c'è da riflettere"

WhatsApp
Telegram

Concorso per dirigenti scolastici. Corso preparazione: 285 ore di lezione, simulatore Edises con 14mila quiz e modulo informatica. Nuova offerta a 299 euro