Scuole non statali. Effetto Bologna, se ne discute in VII Commissione Senato

di
ipsef

red – Questa settimana in parlamento si discuterà dell’effetto Bologna, cioè del referendum che ha bocciato l’uso di risorse comunali per finanziare scuole non statali.

red – Questa settimana in parlamento si discuterà dell’effetto Bologna, cioè del referendum che ha bocciato l’uso di risorse comunali per finanziare scuole non statali.

A chiedere lumi sono il senatore del PdL Mazzoni e la senatrice Puglisi del Partito Democratico.

Infatti, all’indomani dell’esito del referendum, il Ministro ha dichiarato di voler avviare una "riflessione" sull’argomento. Il senatore Mazzoni ha così chiesto alla Carrozza il senso di tale riflessione e se dietro si cela l’intenzione di ridurre i contributi alle scuole non statali.

La senatrice Puglisi, invece, punta a conoscere le intenzione del Ministero circa la risoluzione di ciò che è alla base del malcontento che ha generato l’opposizione ai finanziamenti comunali alle private, cioè i tagli e i ritardi nei trasferimenti dei fondi.

Infatti, chiede chiarezza proprio sui fondi che lo Stato intende destinare a queste scuole.

Il Ministro dovrà, dunque, affrontare uno degli argomenti più spinosi del momento e rendere noto l’oggetto della sua riflessione dopo il referendum di Bologna.

Vedi anche

Scuole non statali, quanto ci costano? Dipende da regione a regione. I finanziamenti statali vanno soprattutto al Nord

Scuole non statali, in quanti ci lavorano?

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione