Le scuole non possono pubblicare graduatorie on line con dati personali e sensibili

di Giulia Boffa
ipsef

Giulia Boffa – Le scuole non possono pubblicare on line numeri di telefono, codice fiscale o indirizzo del personale della scuola: sono 8.000 i dati del personale che le scuole devono rimuovere dai loro siti.

Giulia Boffa – Le scuole non possono pubblicare on line numeri di telefono, codice fiscale o indirizzo del personale della scuola: sono 8.000 i dati del personale che le scuole devono rimuovere dai loro siti.

Tutte le graduatorie, sia di docenti che di ATA, devono essere ripulite dai dati personali.

Il garante della Privacy ha accertato, dopo una ricerca sui siti web scolastici, che tali dati erano stati resi, tra l’altro, indicizzabili, il che vuol dire che sono raggiungibili anche solo digitando il nome su internet.

Il Garante, con il provvedimento del 2 marzo 2011 n.88 (Linee guida in materia di trattamento di dati personali contenuto anche in atti e documenti amministrativi, effettuato da soggetti pubblici per finalità di pubblicazione e diffusione sul web), ha stabilito che le graduatorie devono contenere solo i dati strettamente necessari all’individuazione del candidato: nome, cognome, punteggio e posizione in graduatoria. Tutti gli altri dati, come indirizzo, telefono, non possono essere diffusi, per evitare abusi, compreso il furto di identità.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief voglioinsegnare