Scuole italiane a Bolzano riaprono: due metri distanziamento e gruppi di sei

Stampa

In Alto Adige 2500 tornano in classe in scuole italiane: regole di sicurezza, gruppi molto piccoli di alunni, banchi a 2 metri di distanza e ove possibile lezioni all’aria aperta.

In Alto Adige tornano a scuola 2500 bambini della scuola primaria e materna. Si tratta di scuole italiane anche se in alcuni casi sono in lingua tedesca. La riapertura pilota è stata possibile grazie ad una legge provinciale con l’obiettivo di offrire un servizio a determinate categorie di lavoratori che sono stati essenziali durante l’emergenza sanitaria.

Per poter iscrivere i propri figli al progetto pilota è necessario svolgere attività considerate strategiche come servizi sanitari, ordine pubblico, protezione civile e filiera alimentare, ovvero tutti coloro che nel corso del lockdown non hanno potuto fruire dello smart working e non hanno subito chiusure o interruzioni dell’attività lavorativa.

La normativa che ha permesso la riapertura è stata scritta per le scuole di lingua tedesca, dipendenti direttamente dalla provincia autonoma e che non devono sottostare alle decisioni del Ministero, ma ha coinvolto, alla fine anche scuole in lingua italiana.

Per evitare possibile denunce a causa di eventuali contagi i presidi hanno dovuto fare appello a tutta la loro fantasia  affidando, infine, i bambini ad operatori di cooperative ed  associazioni (già in collaborazione con la scuola) e non reclutando insegnanti.

I bambini coinvolti sono stati relativamente pochi, come abbiamo detto 2500 sui 75mila totali, e questo ha potuto evitare contagi. Anche il rispetto delle norme di sicurezza ha fatto la sua parte: obbligo di mascherine di protezione sia per insegnanti che per bambini, 6 alunni per classe e sempre gli stessi in ogni gruppo, misurazione della temperatura all’entrata di scuola e banchi distanziati 2 metri uno dall’altro. Si è cercato di prediligere l’attività all’aria aperta, ove possibile e gli ambienti vengono sanificati ogni giorno alla fine delle lezioni.

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia