Scuole innovative: tre regioni non hanno pubblicato i bandi e i termini scadono domani

WhatsApp
Telegram

La Buona Scuola (Legge 107/2015) ha messo a disposizione 300 milioni di euro per la realizzazione di 30 scuole altamente innovative: gli edifici dovranno rispondere a particolari criteri in termini di efficienza energetica,  sicurezza strutturale e antisismica e prevedere ambienti di apprendimento che favoriscano una nuova didattica e l’apertura al territorio.

La Buona Scuola (Legge 107/2015) ha messo a disposizione 300 milioni di euro per la realizzazione di 30 scuole altamente innovative: gli edifici dovranno rispondere a particolari criteri in termini di efficienza energetica,  sicurezza strutturale e antisismica e prevedere ambienti di apprendimento che favoriscano una nuova didattica e l’apertura al territorio.

Domani scade il termine entro cui le Regioni devono comunicare al Ministero dell’Istruzione (Miur) le aree su cui costruire le scuole innovative finanziate con 300 milioni di fondi Inail dalla Legge “La buona scuola”.

Diciassette regioni hanno già pubblicato i bandi per raccogliere le manifestazioni di interesse dei Comuni. L’Abruzzo, ha già scelto le cinque iniziative da sottoporre al Miur.  

Solo tre Regioni non hanno pubblicato i bandi e sono la Sardegna, il Trentino Alto Adige e l’Emilia Romagna.

Previsto un concorso di idee tra i professionisti per la costruzione degli edifici: il Miur pubblicherà il bando entro dicembre. I progetti edilizi dovranno ispirarsi a quello dell’architetto e senatore a vita Renzo Piano, una sorta di scuola del futuro che risponde a tutti i requisiti richiesti. I vincitori saranno proclamati entro aprile 2016.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur