Scuole in Dad, procura Genova indaga per abuso d’ufficio. Associazioni: misure più restrittive di quelle del governo

Stampa

La procura di Genova ha aperto un fascicolo dopo l’esposto contro l’ordinanza della regione Liguria per la didattica a distanza, presentato dalle associazioni Giuristi democratici e Riapriamo la scuola della Costituzione.

L’indagine per abuso d’ufficio, a carico di ignoti – fa sapere Ansa -, è in mano al sostituto Massimo Terrile e all’aggiunto Vittorio Ranieri Miniati.

Secondo le associazioni, assistite dall’avvocato Dario Rossi, la Regione Liguria ha imposto “misure costantemente e drasticamente più restrittive di quelle stabilite dal governo nazionale, chiudendo al 100% le scuole superiori”, anche quando lo Stato consentiva presenze fino al 75%.

Attualmente le scuole superiori liguri sono in presenza per il 50% della popolazione studentesca, così come previsto dal decreto legge del 1 aprile.

Scuole Liguria, secondarie di secondo grado in presenza al 50% fino al 30 aprile. ORDINANZA

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur