Scuole chiuse per fermare il Covid, la petizione DAD x tutti supera le 11mila firme. Lettera

Stampa

Inviata da Egidio Privitera – Sig. Presidente Draghi , le scriviamo questa lettera aperta , in questo difficile momento , perché siamo convinti che Lei sia la persona giusta per risolvere i problemi gravi dell’Italia ed abbiamo per Lei grande stima ed ammirazione .

Noi del COMITATO NAZIONALE DAXTUTTI , composto da Genitori Insegnanti , Ata e Studenti, abbiamo promosso una petizione , indirizzata al Presidente della Repubblica , al Presidente del Senato, al Presidente della Camera che ha già ricevuto, in pochi giorni da oltre 11700 adesioni di cittadini italiani da piu’ di 250 città.

per chiedere :

1) Nella Scuola, lezioni in DAD per ogni ordine e grado fino a quando non cessi il pericolo contagio covid ;

2) Obbligare il ministero della pubblica istruzione a divulgare i dati reali sui contagi tra bambini/ ragazzi e studenti in genere , insegnati Ata , ed i dati sul numero di morti in queste categorie

La seconda ondata non è ancora passata e la terza ondata del virus si avvicina. Già si affacciano in Italia , come in tutta Europa le varianti Inglese Sudafricana e Brasiliana che potrebbero provocare moltissimi morti e contagiati. Autorevoli scienziati , virologi , epidemiologi ogni giorno, ci consigliano di tenere le scuole chiuse , potendo essere veicolo di propagazione del contagio . La variante Inglese , lo ha detto il prof. Ricciardi , sembra piu’ pericolosa e si diffonde molto nelle scuole perché colpisce piu’ frequentemente bambini e giovanissimi. All’apertura delle scuole segue sempre una ondata di contagi . E’ avvenuto in tutto il mondo. Uno studio partito dall’Università di Edimburgo , e pubblicata su prestigiose riviste scientifiche ( Lancet ) , che ha analizzato i dati reali raccolti in oltre 130 paesi del mondo ha dimostrato che la chiusura delle scuole è la seconda misura piu’ efficace per contenere il virus e far diminuire la curva del contagio ( dopo il divieto di assembramenti). Inoltre lo stesso studio dimostra che la riapertura delle scuole è la misura che più favorisce la ripresa del contagio , dopo la fine di un lockdown. In atto molti paesi Europei sono stati costretti a chiudere le scuole . Anche quei paesi che più si erano dichiarati contrari alla loro chiusura . ( Germania , Svezia , Austria, Danimarca, Olanda , Inghilterra) Addirittura il premier inglese Johnson nel discorso alla nazione del 4 Gen. Us, ha ammesso che le scuole sono pericolose per il contagio e che gli studenti portano il virus dalle classi nelle famiglie, contagiando i genitori. Di fronte a questa grave situazione. Noi chiediamo che le scuole vengano chiuse immediatamente , a tutela della salute di Insegnanti, Ata, Genitori e Studenti, finche permanga il pericolo contagio.

Studi recenti dimostrano che il virus si propaga anche con l’aerosol emesso parlando , ed arriva anche ad oltre 2 metri di distanza . A scuola troviamo 30 soggetti in un locale al chiuso , vicini , a parlare per 5 ore al giorno, che poi tornando a casa , diffondono il virus ai familiari. Inoltre nelle mense scolastiche i bambini mangiano vicini senza mascherina. Nei ristoranti non si puo’ stare seduti a mangiare, ma nella scuola è consentito. Oltre ovviamente agli assembramenti sui mezzi pubblici , all’ ingresso ed all’ uscita da scuola . La scuola movimenta circa 9000000 di persone al giorno , mettendole troppo vicine.

Dall’apertura delle scuole a Settembre si sono verificati in Italia oltre 52000 nuovi decessi ed oltre 2000000 di nuovi contagi . Quanti i sarebbero stati in meno se le scuole fossero rimaste chiuse?

E le cronache di questi ultimi giorni, dopo le riaperture di gennaio, segnalano un grave aumento di casi nelle scuole , da Milano a Perugia a Napoli dall’Umbria , agli Abruzzi , alla Calabria , alla Campania al Trentino Alto Adige . Continue notizie di bambini, insegnanti positivi ,e scuole e classi in quarantena , anche scuole elementari e dell’infanzia.

Con grande apprensione abbiamo letto in questi giorni le notizie che riguardano Corzano (BS), dove è scoppiato un grave focolaio di variante inglese ed il Sindaco ha dichiarato alla stampa che il contagio è partito proprio da scuole elementari e materne con tantissimi bambini contagiati. Noi riteniamo che la DAD sia la soluzione piu’ idonea, tenendo conto che l’Italia ha al momento classi troppo affollate , altri Stati hanno limiti da 6 a 10 studenti ( Germania USA, Spagna , Inghilterra ) Inoltre il distanziamento tra i bambini in aula non è sufficiente . Solo in Italia il distanziamento è di un metro tra le rime buccali . In altri paesi misurano il distanziamento tra i banchi, da 1,5 metri Spagna e Germania, a 1,80 metri negli USA ai 2 metri in Inghilterra . Almeno Sig. Presidente rifletta sull’opportunità di adottare la didattica a distanza a richiesta , come avviene in altri paesi , lasciando l’opzione anche agli insegnanti di aderire in piena libertà, a tutela della loro salute

Senza dimenticare oltre ai morti ed ai contagiati ed intubati , il danno economico per la società rappresentato dal costo delle cure mediche e dell’ospedalizzazione di decine di migliaia di persone , che si potrebbe evitare con la DAD per tutti e la chiusura delle scuole .

Inoltre, secondo autorevoli esperti, una elevata circolazione del virus durante la campagna vaccinale potrebbe inficiarla, creando un variante resistente al vaccino. Per cui anche sotto questo profilo è opportuno tenere le scuole chiuse , considerato che contribuiscono moltissimo alla diffusione del contagio ed alla circolazione del virus.

Noi confidiamo che Lei attenzionerà queste nostre richieste con il massimo scrupolo , nell’interesse del diritto alla tutela della salute e della vita , che in una società civile come la nostra , deve essere considerato come il diritto fondamentale, prevalente su ogni altro diritto ed interesse .

Stampa

Eurosofia: 5 nuovi preziosi webinar formativi gratuiti per i concorsi scuola e sul nuovo Pei. Non perderteli. Registrati ora