Scuole chiuse, lavoro agile e congedo non retribuito per i genitori con figli fino a 16 anni

Stampa

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 269 del 28 ottobre 2020 il Decreto-legge 28 ottobre 2020, n. 137, detto “Decreto ristori” recante “Ulteriori misure urgenti in materia di tutela della salute, sostegno ai lavoratori e alle imprese, giustizia e sicurezza, connesse epidemiologica da Covid-19”.

Il lavoro agile e il congedo per i genitori con figli a casa per quarantena dovuta a contatti scolastici viene esteso: se con il Dl Agosto le misure erano previste per figli fino a 14 anni, con il decreto ristori delle stesse possono fruirne i genitori con figli fino a 16 anni.

Ulteriore estensione riguarda la possibilità di usufruire del lavoro agile e del congedo straordinario in caso di scuole chiuse e quindi di didattica a distanza. Si tratta di una misura che permette di conciliare meglio lavoro e famiglia e che, nel contempo, tiene conto dell’evolversi della situazione epidemiologica.

Nel decreto ristori si precisa, all’articolo 22, che “In caso di figli di età compresa fra 14 e 16 anni, i genitori hanno diritto di astenersi dal lavoro senza corresponsione di retribuzione o indennità né riconoscimento di contribuzione figurativa, con divieto di licenziamento e diritto alla conservazione del posto di lavoro“. Ci si può astenere dal lavoro, senza avere diritto alla retribuzione del congedo.

Il dl Agosto prevedeva invece, sempre in caso di figli in quarantena (under 14), un congedo al 50% della retribuzione, ma soltanto ove non fosse possibile lavorare da remoto.

Scuole chiuse in 10 regioni, didattica a distanza minimo 75% in altre: le ordinanze regionali [AGGIORNATO]

 

Stampa

Eurosofia organizza la III edizione di [email protected] Aiutiamo i giovani a progettare il loro futuro in modo consapevole