Scuole chiuse, Galli: “Affermare che scuola è sicura è pura ideologia. Non lo è mai stata veramente”

Stampa

“Verosimile che, se questa è una terza ondata, debba essere attribuita principalmente proprio alla presenza delle nuove varianti”.

Così il primario di Malattie infettive dell’ospedale Sacco di Milano Massimo Galli, ospite della trasmissione ‘Monitor’, in onda su Videolina.

“Anzi – ha aggiunto – il fatto che ci siano le varianti giustifica la possibilità di un’effettiva terza ondata”.

Sulla variante inglese, “attualmente principalmente diffusa e in rapida espansione è dotata di capacità di diffusione del 35-40% superiore a quella delle varianti in circolo precedentemente a lei”.

Che significa “infettare anche molto di più bambini e adolescenti, che erano più risparmiati dalle altre varianti, precisando di riferirsi all’infezione e non alla malattia grave, però l’infezione presa dai bambini viene passata agli adulti, agli anziani”.

Per questo “si è dovuto arrivare di nuovo a chiudere le scuole” che  non sono mai state un ambito veramente sicuro per tutto un insieme di problemi e affermarlo è sempre stato ideologico”. Giusto difendere la ‘scuola in presenza’ ma “è altrettanto chiaro che a prescindere da questo non si può affermare che sia un ambito sicuro”. 

Stampa

Il 28 maggio partecipa alla Tavola rotonda “Memoria e legalità. Giovani e scuola in cammino per non dimenticare”