Scuole chiamate a progettare sul nuovo orientamento: le competenze indispensabili. Scarica un esempio di rubrica

WhatsApp
Telegram

A partire dall’anno scolastico 2023/2024, gli studenti e le famiglie dell’ultimo triennio della scuola secondaria di secondo grado possono contare sulla figura del docente tutor, istituita dal Ministero dell’Istruzione e del Merito, insieme a quella del docente orientatore, nel quadro della riforma del sistema di orientamento prevista dal PNRR. Il personale docente che ricopre le funzioni di tutor e di orientatore supporta le famiglie, accompagna e guida gli studenti nel delineare il proprio futuro formativo e professionale.

Un nuovo strumento per l’orientamento: l’E-Portfolio

Grazie al supporto dei docenti tutor, con l’E-Portfolio gli studenti documentano il percorso di studi e le esperienze formative che hanno consentito loro di sviluppare e mettere a frutto competenze e talenti.

I risultati di apprendimento e i livelli di competenza desiderati dall’orientamento dello studente

Come in qualsiasi altra esperienza di apprendimento, i docenti tutor, impegnati in questa nuova sperimentazione, dovrebbero prima identificare quelli che dovrebbero essere, in prospettiva, i risultati di apprendimento e i livelli di competenza desiderati dall’orientamento dello studente. Sarebbe utile e indispensabile fare ciò con la consapevolezza che questa che sta per iniziare non è una performance come tante altre. Avere questa visione dell’orientamento è importante per garantire che gli studenti siano integrati olisticamente nella comunità scolastica, accademica e lavorativa. Che bella prospettiva quella prevista dalla normativa. Spetta ai docenti, adesso, a quelli formati e che volontariamente hanno deciso di percorrere questa strada, dare il massimo.

Ricordiamo: chi è il docente tutor e come può aiutare studenti e famiglie?

Le Linee guida per l’orientamento introducono la figura del docente tutor con l’obiettivo di supportare gli studenti nel compiere scelte scolastiche consapevoli, valorizzando i loro talenti e competenze attraverso un dialogo con loro e i loro genitori.

Ricordiamo: a chi sarà assegnato il docente tutor per l’a. s. 2023/2024?

Per l’anno scolastico 2023/2024 il docente tutor sarà assegnato a tutti gli studenti degli ultimi tre anni della scuola secondaria di secondo grado, compresi gli studenti che frequentano i percorsi di secondo livello.

Cosa dovrebbe assicurare l’orientamento

In generale, l’orientamento, oltre a quanto narrato nella normativa vigente, dovrebbe ancora:

  • aumentare la fiducia degli studenti nel successo
  • promuovere un senso di comunità tra studenti, docenti e personale
  • contrastare il fenomeno della dispersione scolastica
  • fornire agli studenti gli strumenti necessari per essere membri positivi della comunità,
  • facilitare  lo sviluppo di competenze
  • fornire supporto e risorse di coinvolgimento e dare agli studenti l’opportunità di utilizzare la tecnologia che incontreranno nei loro corsi.
  • rafforzare il raccordo tra primo e secondo ciclo di istruzione e formazione, per consentire una scelta consapevole e ponderata a studentesse e studenti che valorizzi i loro talenti e le loro potenzialità
  • favorire l’accesso all’istruzione terziaria
  • un processo di apprendimento e formazione permanente.

Caratteristiche e approccio della progettazione del corso

Abbiamo detto, nel precedente articolo, che i tutor dell’orientamento, parti interessate coinvolte nel nuovo percorso, dovrebbero considerare molteplici fattori che passano attraverso le caratteristiche della progettazione e l’approccio metodologico, oltre che didattico e pedagogico.

La modalità: pensare attraverso la modalità di orientamento

Pensare attraverso la modalità di orientamento è importante per l’esperienza dello studente. I risultati desiderati e la modalità dell’ambiente curriculare degli studenti dovrebbero guidare la modalità dell’orientamento.

Ogni pagina della vita deve comprendere grandi paragrafi di esperienze

È necessario fornire, a priori, i contenuti dell’orientamento al fine di raggiungere gli obiettivi del percorso e per considerare fondanti quelli che sono i principi e le finalità della normativa come propulsori della qualità dei processi. Un corso non sarà coinvolgente se ogni pagina della vita non comprenda grandi paragrafi di esperienze.

L’orientamento, l’apprendimento e le risorse umane

Sono i risultati dell’apprendimento e le risorse umane utilizzate (con il loro impegno, le loro competenze e la loro capacità di coinvolgimento) a determinare se l’intervento di orientamento per gli studenti coinvolti sarà di successo e sarà destinato ad incidere sulla qualità della vita degli stessi.

Rubrica delle competenze per l’orientamento

Le competenze e gli obiettivi da raggiungere per l’orientamento formativo hanno necessità di essere organizzati sulla base dei quadri europei per l’orientamento. Il prestigioso ha elaborato una specifica “Rubrica delle competenze per l’orientamento” nella quale, opportunamente, vengono espressi aree, competenze e descrittori, in alcuni ambiti. Il Liceo “Caterina Percoto” di Udine, diretto con magistrale competenza dal dirigente scolastico professoressa Gabriella Zanocco, un esempio tangibile di capacità gestionale, ne individua cinque di ambiti di interesse:

  • Sviluppo personale e socialità (aree Personale, Sociale e dell’Imparare a imparare);
  • Cultura della democrazia;
  • Digitale;
  • Sostenibilità ambientale (settori del Possesso dei valori della sostenibilità e dell’Agire la sostenibilità);
  • Imprenditorialità.

Ambiti che vengono declinati, con competenza, intelligenza pedagogica e metodologica, nella Rubrica delle competenze per l’orientamento che si allega all’articolo e che rappresenta, un ottimo esempio di intervento in questo settore assolutamente nuovo che è l’orientamento.

Rubrica delle competenze

Vedi anche, per gli abbonati OrizzonteScuola PLUS

  1. Investimento 1.6 del PNRR per l’orientamento attivo, la comunicazione del Dirigente a docenti e alunni e schema
  2. Linee guida per l’orientamento: in una circolare i chiarimenti al personale e agli utenti
  3. Programmazione dell’orientamento formativo: in allegato un format
  4. Modulo per la micro-progettazione e percorso di didattica modulare orientativa
  5. Progettazione del modulo di orientamento: in allegato un format
  6. Trasmissione decreto e disposizioni relative all’orientamento: in allegato circolare e allegati relativi
  7. Moduli di orientamento obbligatori per tutte le classi riapertura formazione per i docenti tutor: un esempio di circolare
  8. Tutor e orientatori, chi sono e cosa fanno: guida normativa
  9. Le attività di orientamento attivo nella transizione scuola-università previste dal PNRR ed il loro avvio per gli studenti del triennio di scuola secondaria di secondo grado nell’A.S. 2023/2024
  10. I nuovi moduli di orientamento formativo nella scuola secondaria di primo e di secondo grado
  11. Il nuovo percorso formativo di orientamento scolastico nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza
  12. La nuova sfida normativa sull’orientamento scolastico

Scopri le opzioni di abbonamento

I contenuti della rivista

Articoli quotidiani sul lavoro dei Dirigenti, guide normative, documenti e circolari già pronti da scaricare e compilare. In aggiunta quattro numeri l’anno di approfondimento monografico in formato cartaceo e da scaricare in PDF

Come consultare i contenuti di Orizzonte Scuola PLUS versione Desktop

Come consultare i contenuti di Orizzonte Scuola PLUS versione Mobile

WhatsApp
Telegram

Percorsi abilitanti riapertura straordinaria 60 cfu. Scadenza adesioni 24 giugno. Contatta Eurosofia