Scuole Calabria, Spirlì: “Docenti, Ata e studenti vanno messi al sicuro. Le varianti Covid girano da tutte le parti”

Stampa

“Per le scuole, come ho già detto nei giorni scorsi, ho direttamente interessato il governo che sta decidendo in queste ore. Siamo in attesa, ci faranno sapere, perché su mia richiesta tutti i presidenti di Regione hanno mosso le stesse  critiche e fatto le stesse richieste. Abbiamo tutti grossi problemi di contagio nelle scuole”.

Lo ha affermato nel corso di una diretta Facebook il presidente della Regione Calabria, Nino Spirlì.

“Ho parlato qualche giorno fa con il nuovo  ministro dell’Istruzione, gli abbiamo rappresentato il problema dei  contagi e soprattutto di questa variante inglese, che è arrivata su  tutti i territori. Quindi attendiamo in queste ore la decisione”.

“Quello che io ho sempre segnalato – ha aggiunto – è esattamente quello che poi si è verificato. In tutte le regioni d’Italia le scuole stanno dimostrando la loro debolezza, perché sono dei luoghi frequentati quotidianamente da decine, centinaia e per alcuni Istituti migliaia di persone. La popolazione studentesca va messa al sicuro. Finalmente l’abbiamo capito”.

Poi Spirlì ha concluso: “Le varianti del Covid sono in giro ormai da tutte le parti. Le scuole, a mio parere, devono assolutamente essere messe sotto attenzione. Abbiamo chiesto che il Cts, visto che sono pagati per farlo, ci dia finalmente una visione generale nazionale della situazione Covid nelle scuole. E’ bene che sulla scuola ognuno si assuma le proprie responsabilità”.

Stampa

Graduatorie terza fascia ATA: incrementa il punteggio con le offerte Mnemosine, Ente accreditato Miur