Scuole aperte h24, insegnanti valorizzati, 1.000 euro per alunno: programma Boccia per nuovo PD

di redazione
ipsef

item-thumbnail

“Su scuola, lavoro e ambiente serve una rottura netta con le politiche che il PD ha portato avanti in questi anni.” Così Boccia candidato alla segreteria del PD introduce il programma scuola del nuovo Partito Democratico

“La buona scuola è stata una riforma disastrosa per gli insegnanti e per l’istituzione scolastica – prosegue Boccia –  ripartiamo da scuole aperte h24 da nord a sud, insegnanti valorizzati e un conto per la vita di ogni studente, 1.000€ l’anno dal primo giorno di scuola fino alla maturità, per libri, mense, trasporti, attività culturali.” Approfondiamo

Scuole aperte h24

Le scuole devono essere aperte h24, devono diventare luoghi non solo di studio ma di aggregazione sociale, anche dopo l’orario di studio.

Conto scuola per gli studenti

Gli studenti vanno liberati dai problemi finanziari che possono avere le famiglie, oggi spesso allargate”. Lo afferma Francesco Boccia, candidato alla segreteria del Pd.

“Il Conto Scuola – prosegue – per la vita di ogni studente è pari a mille euro l’anno dalla prima elementare fino all’anno della maturità, gestito direttamente dalla scuola servirà a rendere liberi gli studenti dalle esigenze di base che diventano in alcuni casi causa di dispersione scolastica nei casi sociali più complessi.

Libri, mense, trasporti, viaggi e esigenze individuate dai consigli di istituto saranno pagati dallo stato seguendo un nuovo concetto di welfare che parte dalla centralità della scuola, degli studenti e degli insegnanti.

Aumenti Stipendio

Insisteremo affinché la maggioranza garantisca per i contratti attuali le risorse già stanziate, superiori a quelle che oggi il ministro offre ai sindacati.

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione