Scuole aperte d’estate, solo recuperi di socialità: per gli apprendimenti la DaD è stata sufficiente [ESITO SONDAGGIO]

Stampa

A scuola d’estate? Va bene, ma solo per recuperare la socialità fra gli studenti. La didattica a distanza è stata scuola a tutti gli effetti e quindi dal punto di vista formativo non c’è niente da recuperare. Si tratta dell’esito del sondaggio di Orizzonte Scuola, che visto più di 2000 utenti partecipare.

Infatti, per oltre il 46% degli intervenuti, il piano di recuperi estivi previsto dal Ministro Bianchi, dove concentrarsi per lo più in attività ricreative e ludiche per “rimettere in contatto” gli studenti dal punto di vista della socialità. Secondo questa fetta, maggioritaria, di utenti, la didattica a distanza non avrebbe creato problemi al punto da ipotizzare un recupero dei gap formativi.

C’è però il 37% dei partecipanti che ritengono invece importante sia l’approccio ricreativo che quello formativo.

Chi invece ritiene che la didattica digitale abbia lasciato lacune formative per gli studenti e che quindi le attività estive dovrebbero comprendere in qualche modo anche recuperi dal punto di vista degli apprendimenti, si ferma al 16%

Nei prossimi giorni, ricordiamo, potrebbero arrivare delle novità per quanto riguarda il piano dei recuperi estivi previsti dal ministro Bianchi.

Il piano Bianchi che presto vedrà la luce, dovrebbe essere strutturato in questo modo: a giugno progetti incentrati al recupero degli apprendimenti, a settembre all’accoglienza, mentre nei mesi di luglio e agosto la socializzazione e gli aspetti ricreativi sarebbero protagonisti.

Infatti, sono 150 milioni dal decreto sostegni che serviranno a supportare le istituzioni scolastiche nella gestione della situazione emergenziale e nello sviluppo di attività volte a potenziare l’offerta formativa extracurricolare, il recupero delle competenze di base, il consolidamento delle discipline, la promozione di attività per il recupero della socialità, della proattività, della vita di gruppo delle studentesse e degli studenti anche nel periodo che intercorre tra la fine delle lezioni dell’anno scolastico 2020/2021 e l’inizio di quelle dell’anno scolastico 2021/2022.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur