Scuole al gelo con finestre aperte e riscaldamenti spenti: gli alunni a lezione con sciarpa e cappotto

Stampa

Alunni costretti a stare in aula con sciarpa e cappotto, con le temperature gelide degli ultimi giorni e misure anti covid. Succede a Palermo, dove, scrive Repubblica, l’Amg ha comunicato la non attivazione dei sistemi “a tutt’aria con ricircolo”.

“Da noi – afferma la dirigente scolastica Laura Anna Maria Pollichino – Il Consiglio di istituto ha deliberato la non accensione dei riscaldamenti. Dobbiamo evitare il contagio in tutti i modi e non si può rischiare. Certo fa freddo, vorrà dire che gli studenti di vestiranno in modo più pesante”. E oltre a questo le finestre delle scuole restano spesso aperte per il ricambio dell’aria anti covid.

“C’è l’impianto a tutt’aria e non è consigliato accenderli. Purtroppo ci sono anche alcune classi della scuola dell’infanzia al freddo”, commenta la preside Antonella Di Bartolo, a fronte della preoccupazione espressa dal presidente del Consiglio di istituto alla scuola Capuana. “In questi giorni non si possono tenere in aula senza riscaldamenti. Ho ricevuto diverse sollecitazioni da parte dei genitori”, denuncia il genitore.

Stampa

Graduatorie terza fascia ATA: incrementa il punteggio con le offerte Mnemosine, Ente accreditato Miur