Scuolabus gratis solo se un genitore è italiano: scoppia la polemica in un paese dell’Abruzzo

WhatsApp
Telegram

Servizio di scuolabus gratuito per le famiglie residenti, purché siano in regola con il pagamento dei tributi e purché almeno un genitore sia di cittadinanza italiana o di uno dei Paesi dell’Unione europea.

È quanto previsto da un comune in provincia di Teramo.

Una decisione che ha scatenato polemiche: la minoranza parla di “inaccettabile discriminazione” che colpisce gli immigrati “che vivono tra noi e con noi da decenni”.

Sull’avviso pubblicato sul sito del Comune vengono spiegati i requisiti per accedere al servizio dello scuolabus gratuito. Possono presentare domanda quei residenti “i cui figli siano iscritti presso le scuole di Montorio al Vomano e usufruiscano del servizio di trasporto scolastico” e “almeno uno dei due genitori abbia la cittadinanza italiana o di uno dei paesi dell’Unione europea”. Infine, devono essere “in regola con i tributi comunali”.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur