Scuolab: il laboratorio scientifico online in totale sicurezza ovunque tu voglia

Stampa

Oltre 60 esperimenti per ripercorrere in prima persona tutte le fasi del Metodo Sperimentale e coinvolgere gli studenti in un’esperienza di apprendimento senza limiti.
Utilizzato da più di 10mila studenti e docenti delle Scuole italiane e premiato dal MIUR e dall’European Space Agency, Scuolab mette a disposizione un ambiente laboratoriale facile da utilizzare ed accessibile ovunque.

Oltre 60 esperimenti per ripercorrere in prima persona tutte le fasi del Metodo Sperimentale e coinvolgere gli studenti in un’esperienza di apprendimento senza limiti: questo è Scuolab (www.scuolab.com), la soluzione per la didattica innovativa che mette a disposizione di docenti e studenti un ambiente laboratoriale facile da utilizzare ed accessibile ovunque.

Con un ventaglio di esperienze sviluppate in coerenza con i programmi ministeriali delle scuole superiori e medie, Scuolab supporta i docenti nella didattica a distanza e in presenza, consentendo al contempo una nuova forma di apprendimento per gli alunni, che traggono vantaggio dall’avere sempre a propria disposizione un’area laboratoriale in cui mettere alla prova, anche fuori dall’orario scolastico, le competenze e conoscenze acquisite.
Piattaforma che traduce le tecnologie di Realtà Virtuale in un ambiente familiare e intuitivo da utilizzare, Scuolab si allinea ai trend Europei che puntano ad una scuola sempre più digitalizzata nonché ad un approccio esperienziale all’apprendimento. Esperienze reali, calcoli manuali e nessuna correzione automatica, la rendono una piattaforma unica, in grado di riprodurre fedelmente l’evidenza dell’errore e raccogliere dati e misurazioni, proprio come durante una vera lezione in laboratorio in completa sicurezza e in ogni momento.

Ideato e prodotto da Protom, la prima KTI (Knowledge & Technology Intensive) company italiana, Scuolab è stato riconosciuto come strumento di didattica innovativa, diventando oggetto di un accordo tra l’azienda ed il MIUR, che lo ha inserito in “Protocolli in Rete” il programma ministeriale teso a valorizzare beni e servizi in grado di diffondere la didattica digitale tra studenti e docenti.

La piattaforma, inoltre è stata premiata dall’ESA (European Space Agency) che, nell’ambito di una “call for ideas” a livello europeo, ha scelto di mettere a disposizione del progetto di Protom la propria banca dati di immagini e dati satellitari, che potranno essere utilizzati per sviluppare nuovi contenuti didattici interattivi, che non solo saranno messi a disposizione delle scuole, ma entreranno anche in istituti scolastici in Germania, Spagna e Portogallo.

L’immenso patrimonio di informazioni fornito dall’Agenzia Spaziale Europea costituirà, più nel dettaglio, la base per lo sviluppo di laboratori focalizzati su esperienze di consapevolezza ambientale e sostenibilità ad alto valore scientifico: dalla deforestazione alle dinamiche dei ghiacciai, passando per i livelli di inquinamento e la variazione di temperatura dei mari.

L’integrazione della piattaforma Scuolab con i dati ESA rappresenta un ulteriore passo avanti verso l’elaborazione degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile individuati dall’Agenda 2030 dell’Organizzazione delle Nazioni Unite, con particolare riferimento alla necessità di garantire entro il 2030 che tutti i discenti acquisiscano la conoscenza e le competenze necessarie a promuovere lo sviluppo sostenibile

Stampa