Scuola: gli studenti dei professionali marinano più dei liceali, ecco i numeri

WhatsApp
Telegram

Le abitudini dei ragazzi che frequentano gli istituti superiori non sono uguali: quelli degli istituti professionali marinano di più la scuola rispetto ai liceali.

Le abitudini dei ragazzi che frequentano gli istituti superiori non sono uguali: quelli degli istituti professionali marinano di più la scuola rispetto ai liceali.

Questo è quanto emerge dalla studio di Repubblica sui rapporti di autovalutazione degli istituti pubblicati la scorsa settimana dal MIUR. Spulciando tra i vari istituti ci si è resi conto che tra assenze e ritardi circa 100 ore di lezione sono perse da ogni singolo studente, in media. Mentre, però, per i ragazzi delle prime classi degli istituti professionali le ore sono 171 per i colleghi dei licei artistici sono 114, per gli istituti tecnici 11, per gli studenti dei licei delle scienze umane 78 e per licei classici e scientifici solo 57.




Molte ore sono sicuramente “saltate” a causa di malattie, ma i numeri mostrano anche strategie messe in atto dagli studenti per evitare interrogazioni, come si evince dai numerosi ritardi.

Le entrate in seconda ora, il 30,7% del mese, non possono dipendere soltanto da motivi di traffico e da contrattempi, percentuale che schizza al 48% in regioni come il Lazio.

Alcuni istituti hanno deciso di arginare questa cattiva abitudine permettendo un certo numero di ingressi in ritardo ogni anno ma quello che Giorgio Rembardo, presidente dell’associazione nazionale presidi, sottolinea è che sicuramente si denota uno scarso interesse degli studenti verso la scuola.

WhatsApp
Telegram

Diventa docente di sostegno, bando a breve: corso di preparazione, con simulatore per la preselettiva. 100 euro