Scuola sotto attacco delle nutrie, genitori infuriati: “Portiamo i nostri figli in classe tra gli escrementi”

WhatsApp
Telegram

A San Donato Milanese, comune alle porte di Milano, una scuola si trova al centro di una situazione alquanto insolita, ma preoccupante. Da mesi, i piccoli giardini e spazi esterni dell’istituto sono diventati il territorio di nutrie, creando disagio e preoccupazione tra genitori e alunni.

Esasperati dalla situazione, alcuni genitori hanno deciso di far sentire la loro voce lanciando un appello tramite Facebook. Attraverso il gruppo “Succede a San Donato Milanese”, hanno condiviso foto e testimonianze degli “incontri ravvicinati” con questi roditori, mostrando anche le tane vicino ai percorsi di ingresso e gli escrementi sparsi nel giardino scolastico.

Nonostante la situazione sia nota al Comune, i genitori lamentano una mancanza di interventi concreti. A parte qualche sporadica cattura, il problema delle nutrie rimane irrisolto, causando crescente frustrazione tra i familiari degli alunni. Una mamma racconta: “Al Comune sapevano già tutto da tempo e non hanno mai attuato piani risolutivi del problema”.

La presenza di nutrie non è solo un fastidio, ma rappresenta un serio rischio igienico-sanitario. Durante alcune ispezioni, sono stati trovati escrementi anche nei pressi dell’accesso alla mensa, una circostanza che ha ulteriormente allarmato i genitori. La preoccupazione cresce anche per le grandi buche scavate dai roditori, che potrebbero rappresentare un pericolo per la sicurezza dei bambini.

Il verbale dell’ATS (Agenzia di Tutela della Salute) di maggio 2023 conferma che il problema persiste da mesi. Gli escrementi di nutria sono stati rilevati sia nelle aree accessibili ai bimbi che in quelle riservate agli addetti della cucina e della mensa. L’appello dei genitori su Facebook vuole sollevare l’attenzione sul problema, sperando in una risoluzione rapida che possa restituire serenità e sicurezza alla comunità scolastica di San Donato Milanese.

WhatsApp
Telegram

“Percorsi abilitanti 30 CFU ai sensi dell’art. 13 del DPCM 04/08/2023”.  Hai tempo solo fino al 27 giugno 2024. Contatta Eurosofia