Scuola senza voti, la sperimentazione della valutazione narrativa formativa attraverso lettere agli studenti

WhatsApp
Telegram

Non voti ma lettere: così si valutano gli alunni dell’istituto comprensivo di Vo’ Euganeo, nel Padovano. “Da due anni sperimentiamo la valutazione narrativa formativa, senza voto, nella scuola secondaria di primo grado” spiega il dirigente scolastico Alfonso D’Ambrosio. La lista delle scuole senza voti si allunga.

Si ricorda infatti l’esperienza positiva del Liceo scientifico Morgagni di Roma. I voti in realtà ci sono e devono esserci, come evidenziato a Orizzonte Scuola da Enzo Arte, il docente ideatore della sperimentazione del Morgagni: “A fine quadrimestre i voti ci sono e a fine anno pure, perché siamo comunque all’interno del sistema scolastico italiano. E’ una sperimentazione nata senza chiedere autorizzazioni particolari al Ministero dell’Istruzione. E’ quello che possiamo fare all’interno della normativa attuale. Il voto è una sintesi di quello che è stato descritto in quel momento“. Il risultato è che gli studenti sono meno stressati e non studiano per il voto. Le autovalutazioni li rendono, anzi, più responsabili.

Un’idea scellerata quella della scuola senza voti per il filosofo Ercolani, “si rivela come il colpo di grazia alla formazione delle nuove generazioni. Con quasi il 100% di diplomi e lauree concessi agli studenti, infatti, il sistema della votazione è rimasto l’unico a segnalare chi merita ed emerge dalla massa”.

Ma per il ds D’Ambrosio il metodo adottato nella propria scuola è “qualcosa di straordinario”. “Il collegio docenti ha deciso di scrivere una lettera in prima persona ad ogni studente – spiega il preside -. Avviene due volte l’anno. In questo periodo e a marzo. E così ognuno ha ricevuto una lettera, li abbiamo chiamati ognuno con il suo nome“.

Il dirigente riporta sui social una delle tante lettere rivolte agli studenti:

Cara Anna,
fino a questo punto dell’anno scolastico hai dimostrato il tuo valore, soprattutto nelle discipline artistiche.
Abbiamo notato dei progressi nelle tue capacità di organizzare il lavoro con i compagni, sei davvero una leader positiva! anche se ci sono ancora delle difficoltà nell’utilizzare al meglio tutte le informazioni apprese e nello studio di tutte le discipline.
Ti suggeriamo di non lasciarti distrarre dai compagni, anche se capiamo che non è facile, specie per la tua grande capacità di coinvolgere gli altri.
Così facendo siamo certi che avrai dei risultati eccellenti!!.
Non ti scoraggiare e cerca di essere il tuo meglio, sai che anche in matematica o in scienze c’è tanta arte e bellezza? Quella che piace a te.
Le relazioni con i compagni e gli insegnanti sono state positive e riesci ad esprimere il tuo punto di vista rispettando l’opinione altrui.
Ti consigliamo di rivolgerti agli insegnanti di italiano e tedesco per aiutarti a migliorare e a superare le difficoltà, non preoccuparti siamo qui per aiutarti!
Per quanto riguarda le percussioni, stai dimostrando un interesse sempre maggiore e infatti il profitto è molto soddisfacente, a lezione sei sempre preparata il che dimostra che nel lavoro a casa hai raggiunto autonomia e un buon metodo di studio. Continua così! I tuoi insegnanti.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur