Scuola senza stress? Oggi è possibile grazie alla meditazione

Stampa

Prof. Massimiliano Longobardo, Liceo Classico “A. Lombardi” di Airola (Bn) – Difficoltà di concentrazione nello studio? Risultati deludenti rispetto alle aspettative di partenza o rispetto al consistente impegno profuso? Ansia da prestazione scolastica?

Prof. Massimiliano Longobardo, Liceo Classico “A. Lombardi” di Airola (Bn) – Difficoltà di concentrazione nello studio? Risultati deludenti rispetto alle aspettative di partenza o rispetto al consistente impegno profuso? Ansia da prestazione scolastica?

Sono queste alcune delle difficoltà maggiori che incontrano gli studenti durante il loro intero cursus studiorum, di fronte alle quali sono chiamati a confrontarsi gli stessi adolescenti, educatori e genitori. Se a ciò si aggiunge un rapporto non sempre idilliaco, per non dire conflittuale, con una parte dei docenti, la strada da percorrere rischia di presentarsi sempre più angusta, fino a sfociare nel classico cul-de-sac .

Eppure la soluzione al problema potrebbe essere facilmente a portata di mano: non si tratterebbe di modificare sic et simpliciter il proprio metodo di studio, considerato spesso inadeguato o poco efficace, bensì di investire e puntare su una certa stabilità emotiva – premessa indispensabile per affrontare, con equilibrio e il giusto self-control , il quotidiano agone scolastico, nonché per recuperare l'autostima perduta.

Sembrerebbe fare al nostro caso, allora, un'antica tecnica yogica – i cui effetti risulterebbero confermati e aggiornati da significativi studi scientifici –, rispolverata alcuni decenni or sono da Maharishi Mahesh Yogi, un mistico indiano che consacrò buona parte della sua vita, con estrema dedizione, alla diffusione in Occidente della cosiddetta Meditazione Trascendentale (MT). Una tecnica che ha conquistato a suo tempo anche i Beatles e che oggi è praticata “con successo”, oltreché da Paul McCartney, da altre star internazionali, quali Katy Perry, Cameron Diaz, Jim Carrey, Nicole Kidman.

Potremmo pensare di primo impatto a qualcosa, come dice il termine, appunto, di trascendentale, a complicatissime posizioni yoga (quelle che in sanscrito si chiamano tecnicamente āsana ). Nulla di tutto ciò. Tutto quello che bisogna fare infatti è sedersi comodamente, due volte al giorno, mattina e sera, in un posto possibilmente tranquillo, per circa 15-20 minuti, chiudere gli occhi e ripetere mentalmente un mantra che ha il potere di dissipare ansie e paure. Immediati sono i benefici da sperimentare durante la giornata, ai quali si aggiunge la possibilità di godere di un riposo profondo e refrigerante durante la notte.

Risultati nel contesto scolastico? Gli studenti che praticano questa tecnica affronterebbero il percorso formativo in modo più sereno, senza stress e talora con un profitto anche più alto rispetto alla media. Il regista David Lynch, che vanta 3 nomination al Premio Oscar e ha ricevuto nel 2006 il Leone d'oro alla carriera, – noto al grande pubblico, oltreché per la produzione cinematografica, anche per la fortunata serie televisiva “Twin Peaks” –, ha deciso di abbracciare la causa, promuovendo un progetto intitolato “Scuola senza stress”, destinato agli studenti (ma volendo anche ai docenti) di tutto il mondo. Il progetto è stato illustrato dallo stesso regista, due anni fa, in una puntata della trasmissione “Che tempo che fa” di Fabio Fazio.

Abbiamo voluto approfondire l'argomento con il dott. Rossano Maset, referente del progetto in Italia, psicoterapeuta e membro del comitato tecnico di “Città sane” (Organizzazione Mondiale della Sanità).

Dott. Maset, può spiegare in breve in che cosa consiste il progetto “Scuola senza stress”?

È un progetto applicato in tutto il mondo. In Italia la prima scuola in cui è stato avviato è un istituto di Tremestieri Etneo, in provincia di Catania. Il progetto offre ai ragazzi una tecnica, la Meditazione Trascendentale che, praticata per 15-20 minuti, mattina e sera, permette di espandere la propria consapevolezza. I meditanti, dopo essersi “tuffati” all'interno di se stessi, sono più creativi, migliorano le abilità mnemoniche e, in generale, le capacità di apprendimento, ottimizzano le relazioni interpersonali, vedono significativamente ridotti ansia e stress.

Quali studi scientifici attestano i benefici del programma?

Le ricerche scientifiche sono attualmente 700. Quando mi laureai in Psicologia presso l'Università di Padova, 25 anni fa, feci una tesi sulla tecnica della Meditazione Trascendentale, ed allora le ricerche erano 350. Oggi è ampiamente comprovato che nei meditanti si registra un miglioramento sul piano del rendimento scolastico e in termini di benessere e soddisfazione personale. Negli Stati Uniti, alla Maharishi University gli studenti praticano regolarmente la MT mattina e sera. Ebbene, questa è stata l'unica università che ha vinto, per 3 anni di seguito, complesse prove di matematica che mettono in competizione studenti americani provenienti anche dai più blasonati e prestigiosi atenei (Stanford, Yale, Harvard). I nostri studenti non sono i migliori in partenza. Sono studenti normalissimi che, grazie a questa tecnica, potenziano la capacità cosciente di apprendere. Una volta si diceva: «Tutta la conoscenza in un Campus»; oggi noi possiamo affermare: «Tutta la conoscenza nella coscienza».

Quali scuole italiane aderiscono fino ad oggi al programma?

Al momento l'Istituto Pertini di Lucca e l'Istituto “Edmondo De Amicis” di Tremestieri Etneo. Abbiamo di recente fatto una presentazione del progetto presso un istituto di Bronte, sempre in Sicilia, dove probabilmente partirà a breve.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur