La scuola senza professori: niente lezioni ma solo obiettivi

Stampa

Esiste a Parigi una scuola senza professori, senza lezioni, senza esami o interrogazioni, una scuola senza orario e senza scadenze fondata da Xavier Neil. Di cosa si tratta?

Esiste a Parigi una scuola senza professori, senza lezioni, senza esami o interrogazioni, una scuola senza orario e senza scadenze fondata da Xavier Neil. Di cosa si tratta?

E’ una scuola di programmazione, l’Ecole 42, fondata da Free Xavier Neil come risposta al senso della vita, composta da un edificio dal look contemporaneo con pareti metalliche e muri decorati da graffiti e tele street art, tubature a vista, soffitti neri e grandi open space corredati da computer ultima generazione. È partita nel novembre scorso, il nome deriva dal romanzo di fantascienza di Douglas Adams, Guida galattica per gli autostoppisti, in cui «42» è la risposta alla «grande domanda sulla vita, l’universo e tutto il resto»




L’aspetto della scuola si basa sul fatto che all’informatica non servono tecnici ma creativi che sappiano muoversi in domini scientifici solo in piccola parte. Il vero valore aggiunto della scuola è la creatività poichè, come si fa notare, della logistica si occupano i robot. Uno dei pedagogisti dell’equipe della scuola fa notare che chi saprà adattarsi sopravvivrà, gli altri spariranno.

Quindi niente lezioni e niente professori ma solo obiettivi assegnati al singolo studente o a piccoli gruppi. Si elaborano gli obiettini e si verifica che le soluzioni funzioni senza occuparsi del come gli studenti arrivino alla soluzione, la soluzione si raggiunge con confronti e ricerche tra studenti e l’equipe valuta soltanto il risultato finale.

La scuola come obiettivo non ha quello di insegnare ma quello di scoprire nuovi talenti autonomi, creativi per un settore, quello informatico appunto, per il quale ancora non si è trovato il giusto metodo di insegnamento..

Uno studente di 19 anno, originario di Parma racconta che la sede è aperta 24 ore su 24 365 giorni l’anno e si può andare quando si ha l’ispirazione, l’energia facendo in mod che gli studenti si senta davvero autore di quello che fa, ovvero soprattutto programmazione. Agli studenti viene lasciata ampia autonomia per ottenere dei profili atipici che non sempre rispetta gli ambienti di impresa classici poichè, secondo l’equipe dovranno essere le aziende a cambiare per adattarsi ai nuovi programmatori.

Stampa

Acquisisci 6 punti con il corso Clil + B2 d’inglese. Contatta Eurosofia per una consulenza personalizzata