Scuola, presentato a Scampia progetto antidispersione

Di
WhatsApp
Telegram

MIUR – Sostenere le azioni educative delle scuole nelle aree di massima esclusione economica e sociale per prevenire e contrastare l’abbandono scolastico e il fallimento formativo precoce. E’ questo l’obiettivo del bando di gara “Realizzazione di prototipi di azioni educative in aree di grave esclusione sociale e culturale, anche attraverso la valorizzazione delle reti esistenti” presentato a Napoli, giovedì 20 settembre, dal Ministro Fabrizio Barca e dal Sottosegretario Marco Rossi-Doria.

MIUR – Sostenere le azioni educative delle scuole nelle aree di massima esclusione economica e sociale per prevenire e contrastare l’abbandono scolastico e il fallimento formativo precoce. E’ questo l’obiettivo del bando di gara “Realizzazione di prototipi di azioni educative in aree di grave esclusione sociale e culturale, anche attraverso la valorizzazione delle reti esistenti” presentato a Napoli, giovedì 20 settembre, dal Ministro Fabrizio Barca e dal Sottosegretario Marco Rossi-Doria.

L’iniziativa, promossa dal Ministero per la Coesione Territoriale e dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, in sinergia con gli Enti locali coinvolti, è stata illustrata all’Istituto Comprensivo “Virgilio IV” di Scampia e riguarderà le Regioni Calabria, Campania, Puglia e Sicilia. 25 milioni di euro le risorse a disposizione (fondi dell’Unione Europea), che saranno spese per innalzare le competenze degli allievi, per lo sviluppo professionale del personale della scuola, per l’ecosostenibilità degli istituti e l’innovazione della didattica. A queste risorse vanno poi aggiunti i 76 milioni di euro del PON sicurezza per (beni confiscati)

Tra gli obiettivi del piano anche quello di offrire sostegno alle famiglie ed in particolar modo a quelle monogenitoriali, nei compiti educativi e sensibilizzare gli stessi genitori sull’importanza della scuola e dei risultati scolastici dei propri figli.

Allegati
Scarica

WhatsApp
Telegram

ASUNIVER e MNEMOSINE, dottorato di ricerca in Spagna: cresci professionalmente e accedi alla carriera universitaria con tre anni di congedo retribuito