Scuola media, ritorna il voto in condotta: sarà espresso in decimi e avrà impatto sulla media

WhatsApp
Telegram

Il sistema di valutazione della condotta nelle scuole secondarie subirà una riforma significativa. Questo provvedimento è il risultato di una serie di discussioni con i tecnici del Ministero e di un’attenta analisi dei risultati del tavolo ministeriale di esperti sul bullismo.

Un’altra novità riguarda la scuola media: viene ripristinata la valutazione del comportamento, che sarà espressa in decimi e avrà un impatto sulla media generale dello studente, modificando così la riforma del 2017 con la decisione dell’allora ministra dell’Istruzione, Valeria Fedeli. Infatti, fino alla fine dell’anno scolastico 2022-23, la valutazione del comportamento veniva declinata in positivo, prevedendo un richiamo diretto allo sviluppo delle competenze di cittadinanza superando il voto in condotta e introducendo nella scuola secondaria di primo grado la valutazione attraverso un giudizio sintetico. Ora, invece, un ritorno al passato con il voto in condotta che farà anche media finale.

Leggi anche

Stop alle sospensioni a scuola, attività scolastiche con tema critico da realizzare e iniziative di cittadinanza solidale: ecco in quali casi

Voto in condotta, si farà riferimento all’intero anno scolastico e avrà impatto sulla media e sui crediti 

WhatsApp
Telegram

La Dirigenza scolastica, inizio anno scolastico: la guida operativa con tutte le novità 2024/25 con circolari e documenti pronti all’uso