Scuola, M5S: ok Camera a legge Ed. civica è primo passo passo per affidare insegnamento a docenti A046

Stampa

“È compito essenziale della scuola educare alla cittadinanza attiva, sensibilizzare i giovani alla responsabilità sociale, al valore della legalità, anche – ma non solo – attraverso lo studio dei principi della nostra Costituzione, delle istituzioni italiane e dell’Ue.

Nonostante l’importanza dell’educazione civica nelle scuole sia condivisa trasversalmente, ad oggi l’insegnamento rimane marginale essendo sostanzialmente affidato alla buona volontà dei docenti o dei dirigenti scolastici. La proposta di legge appena votata alla Camera, che rende obbligatorio questo insegnamento valutando gli studenti, è dunque un positivo passo in avanti e siamo soddisfatti di essere riusciti, durante l’esame in commissione, a dare priorità per quest’insegnamento ai docenti di discipline giuridiche ed economiche presenti nelle scuole”. Così, in una nota, le deputate del MoVimento 5 Stelle Maria Elisabetta Barbuto e Virginia Villani.
“Per il momento questo obiettivo è stato raggiunto per le scuole del secondo ciclo in cui sia presente nell’organico dell’autonomia un docente della classe di concorso A046, ma confidiamo che, in occasione della prima relazione che il ministro dell’Istruzione renderà al Parlamento in attuazione della nuova norma, sarà riconosciuta l’esigenza che tutte le scuole possano e debbano dotarsi di tale figura specializzata”, sottolineano le deputate.
“In ogni caso continueremo a lavorare per completare questo percorso e dare piena dignità a questo insegnamento e ai docenti specializzati. Continueremo a investire in questa direzione per formare cittadini attivi e consapevoli”, concludono Barbuto e Villani.
Ed. Civica per 33 ore all’anno: si’ della Camera. Salvini: promessa mantenuta!

Stampa

Eurosofia. Aggiornamento Ata: corso di dattilografia a soli 99 euro. Iscriviti ora