A scuola con la pistola – giocattolo, è solo una “ragazzata”?

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Un giovane studente è stato identificato dai Carabinieri, chiamati dalla Dirigente Scolastica dal bagno della scuola, per essersi introdotto nell’edificio scolastico con una pistola giocattolo.

Lo scopo, avrebbe raccontato ai Carabinieri, era quello di girare un video da far girare sui social.

L’agenzia ANSA riporta che l’episodio è stato definito “una ragazzata”, dato che era stata organizzata una festa – rito per i giorni dalla maturità.

Ma veramente episodi del genere possono essere definiti tale?

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
voglioinsegnare