Scuola: la confusione regna sovrana. Lettera

ipsef

item-thumbnail

inviata da Enrico Maranzana – Il Miur e gli istituti di ricerca stanno studiando le modalità di valorizzazione della professionalità docente.Il Ministro Marco Bussetti ha affermato: “Chi lavorerà e s’impegnerà dovrà per forza essere considerato di più”.

Assunto quantificato dall’associazione Treelle: il premio sarà di una
mensilità aggiuntiva, per la durata di 3 anni.

Le ipotesi operative formulate si sviluppano intorno all’incisività, alla partecipazione e al prestigio del singolo docente. Un presupposto errato, una congettura figlia di una visione di scuola parcellizzata, una concezione obsoleta, un’ipotesi in cui la cultura sistemica è assente.

Tutti gli elementi del sistema scolastico devono interagire sinergicamente per orientare i processi educativi verso la finalità istituzionale. Finalità indicata dal legislatore quando, nel 2003, ha delegato la funzione legislativa al Governo. Il sistema educativo di istruzione e formazione è orientato alla “promozione dell’apprendimento .. e sono assicurate a tutti pari opportunità di raggiungere elevati livelli culturali e di sviluppare le capacità e le competenze, attraverso conoscenze e abilità, generali e specifiche, coerenti con le attitudini e le scelte personali, adeguate all’inserimento nella vita sociale e nel mondo del lavoro, anche con riguardo alle dimensioni locali, nazionale ed europea”

Leggi tutto

Versione stampabile
anief banner
soloformazione