Scuola, iscrizioni online? Come mettere le scarpette da danza a un elefante

Di
Stampa

Francesca Puglisi, responsabile Scuola del PD –  "Esautorati gli enti locali. Ancora una volta viene imposto un deleterio modello centralista di Governo della scuola" 

Francesca Puglisi, responsabile Scuola del PD –  "Esautorati gli enti locali. Ancora una volta viene imposto un deleterio modello centralista di Governo della scuola" 

Aver voluto centralizzare al MIUR attraverso l’informatizzazione, l’iscrizione alle scuole di ogni ordine e grado del Paese, equivale a voler far infilare le scarpette di danza ad un elefante. Un’operazione spericolata, non solo perché mette in difficoltà, mortificandola, una famiglia su due che ad oggi non possiede un pc, ma soprattutto perché attua un totale "taglia fuori" di quegli Enti locali che avevano tentato in questi anni di governare il sistema delle iscrizioni a scuola, tenendo conto delle peculiarità del territorio.

Quei Comuni che hanno sperimentato un patto territoriale per governare i divari sociali tra diversi quartieri, la presenza di cittadini stranieri, per favorirne un’effettiva integrazione, oggi si trovano spiazzati. Ancora una volta viene imposto un deleterio modello centralista di Governo della scuola. La carta si può risparmiare, dotando di attrezzature efficienti e di personale adeguatamente formato le segreterie scolastiche, lasciando flessibilità nelle opportunità offerte ai genitori di scegliere il mezzo informatico o meno, in un rapporto che va rafforzato e non indebolito tra autonomie scolastiche, famiglie e autonomie locali.

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia